19 febbraio 2019

“Flessibili” nei prodotti, rigidi nella qualità

14 settembre, 2011 - 16:36

La ricerca continua di più efficienti prodotti e nuove soluzioni applicative caratterizzano da sempre l’attività di Parigi Industry. Ma l’azienda si distingue anche per le originali campagne pubblicitarie e per la comunicazione diretta al “punto vendita”. Tra le nuove proposte 2011 si segnalano gli estraibili per bagno e cucina Glideflex e CRG.

Parigi Industry, azienda lombarda specializzata nella produzione di tubi flessibili nel settore acqua, gas e gasolio, è costantemente impegnata nella ricerca di nuovi prodotti da proporre al mercato. Attraverso la selezione accurata delle materie prime e dei materiali di nuova formulazione offerti da fornitori fidati, l’azienda è in grado di garantire un prodotto 100% made in Italy, riconosciuto dai principali enti di certificazione nazionali, europei e addirittura mondiali.

Giornate al banco. Un’attenta attività progettuale e produttiva ha portato all’affermazione di Parigi Industry sul mercato di riferimento, nonché al successo economico. Ricerca e Sviluppo gli hanno consentito di creare rapporti di partnership per lo sviluppo di prodotti specifici, realizzati in base ai requisiti particolari. Ma Parigi Industry resta sempre a disposizione per realizzare anche degli incontri formativi presso la sua sede o presso il grossista, le “giornate al banco”, garantendo la crescita tecnico-commerciale continua del personale di vendita e degli installatori.  Proprio quest’anno l’azienda ha deciso di investire nella “comunicazione sul punto vendita” con lo scopo di aumentare la visibilità del marchio.

Novità in catalogo. La società vanta un ricco catalogo che comprende flessibili per rubinetti di ogni tipo, per scaldabagni, lavatrici, lavastoviglie e macchine da caffè, flessibili metallici per piani cottura, cucine a gas, caldaie d’appartamento e impianti a vapore. Tra le proposte 2011, i nuovi estraibili bagno e cucina Glideflex e CRG, i flessibili utilizzati come pull-out nei rubinetti da cucina, sulle maniglie dei rubinetti installati sui lavatesta dei parrucchieri, sui lavamani e lava piedi e in particolari applicazioni nelle cabine doccia.

Forte, leggero e rispettoso delle normative. Glideflex rappresenta, senza alcun dubbio, la sfida tecnologica ed estetica di Parigi Industry. Quando si è in cucina o dal parrucchiere cade spesso l’occhio sul flessibile estraibile montato sui rubinetti dei lavelli o dei lavatesta che consente di portare il flusso dell’acqua oltre lo spazio circostante. Ideato da Neoperl e distribuito in esclusiva per l’Italia da Parigi Industry, Glideflex racchiude quattro caratteristiche fondamentali: l’aspetto estetico, la scorrevolezza, la leggerezza abbinati alle approvazioni per il contatto con acqua potabile in numerosi Paesi. Un pull-out di questo tipo, proprio perché visibile, deve essere elegante e in armonia con l’ambiente circostante, ma anche scorrevole e leggero per facilitare le operazioni di lavaggio. Glideflex è anche estremamente morbido ma resistente alla torsione: la lamina di rinforzo interno, infatti, impedisce lo schiacciamento e garantisce un raggio di curvatura ridotto, un plus significativo che lo differenzia dagli altri prodotti concorrenti attualmente presenti sul mercato. Il nuovo pull-out è prodotto in conformità alla norma EN 1113 che specifica le caratteristiche dimensionali, di tenuta, meccaniche e idrauliche, nonché le relative procedure di prova, dei flessibili doccia; il suo tubo interno, atossico e innovativo, è stato infatti approvato in molti paesi per il contatto con acqua potabile. Il DVGW W270 KTW-A tedesco, l’ETA (VA) della Danimarca, l’ACS NF francese, il WRAS (BS6920) inglese e l’ NSF 61 statunitense e canadese sono alcune delle approvazioni ottenute da questo prodotto.

Trecciatura brevettata. Per Glideflex, Parigi Industry ha predisposto diverse tipologie di trecciatura esterna in poliestere, tutte molto scorrevoli e silenziose, esteticamente in grado di rispondere alle molteplici esigenze dei clienti. Sono sei le opzioni cromatiche previste: nero, grigio, cromo e cromo brillante, acciaio e acciaio brillante. Per i raccordi è invece stato scelto l’ottone mentre per le bussole l’acciaio inossidabile a garanzia della massima durata e duttilità di impiego. Il tubo può essere anche equipaggiato con un raccordo supergirevole con snodo integrato dal design compatto che garantisce una libertà di movimento multidirezionale durante l'erogazione dell'acqua. Proprio perché frutto di un ingente investimento nella ricerca tecnologica, il sistema di trecciatura e il processo di estrusione di questo prodotto innovativo sono coperti da brevetto.

Una valida alternativa. CRG, rappresenta la risposta di Parigi Industry alle esigenze tecniche ed estetiche di chi deve installare un estraibile sui rubinetti dei lavelli della cucina e dei lavatesta dei parrucchieri e di chi è alla ricerca di un prodotto particolarmente competitivo. All’interno del catalogo prodotti dell’azienda, rappresenta l’alternativa più economica al Glideflex, nel pieno rispetto delle principali caratteristiche tecniche che un prodotto come questo deve avere.
Massima flessibilità e resistenza allo schiacciamento sono garantite dal tubo corrugato interno. Per i raccordi è stato scelto l’ottone, mentre per le bussole l’acciaio inossidabile, due materiali che vantano un’ottima resistenza alla corrosione. La misura standard scelta per questo prodotto è il DN 8. Poiché il tubo non deve essere solo resistente e maneggevole ma anche esteticamente gradevole, l’azienda ha previsto una trecciatura molto compatta disponibile in due finiture: il black, molto elegante, e il total grey, più sobrio, proprio per adattare facilmente un prodotto così tecnico all’arredo di bagno e cucina. Grazie al tubo interno completamente atossico, il CRG è approvato in molti paesi per il contatto con acqua potabile: l’ETA (VA) della Danimarca, l’ACS NF francese, il WRAS (BS6920) inglese e l’ NSF 61 statunitense e canadese sono le approvazioni ottenute da questo prodotto.

Comunicazione originale. Consapevole che rivenditori e installatori rivestono un ruolo cruciale nella diffusione di un prodotto, Parigi Industry ha ideato degli strumenti per valorizzare il prodotto nel punto vendita e aumentare la sua visibilità. L’attivismo comunicativo del Gruppo si è quindi concretizzato con un forte investimento in nuovi strumenti di comunicazione espressamente dedicati a rendere più visibile il prodotto Parigi Industry e le sue caratteristiche tecniche e prestazionali. Un ulteriore elemento che testimonia la naturale propensione del Gruppo a rafforzare il proprio brand investendo risorse in comunicazione e marketing, con l’obiettivo di offrire strumenti validi a supporto dell’attività dei propri partner.
Con il supporto dell’agenzia Publitrust di Monza che si è sempre occupata della comunicazione del Gruppo, Parigi Industry ha lavorato al restyling di bigini riassuntivi dei prodotti in formato “tascabile”, di poster con le immagini della campagna e di poster riassuntivi di tutta la gamma. Ma ha cercato anche di migliorare gli espositori da banco, la documentazione tecnica e il listino proprio per cercare un vero e proprio allestimento del punto vendita.

Enfasi sul prodotto. Nei poster, come nella campagna pubblicitaria 2011, l’azienda ha voluto dare enfasi al prodotto: l’immagine still life domina lo spazio su uno sfondo nero che sfuma nel grigio; in rilievo anche il marchio, il nome del prodotto e le caratteristiche tecniche, oltre al simbolo relativo alla categoria di appartenenza (acqua, gasolio e gas). Inoltre, in collaborazione con il punto vendita MA& MA Crovato di, Redecesio di Segrate (Milano), Parigi Industry ha realizzato il primo espositore a “6 facciate modulari” per la personalizzazione degli spazi espositivi in totale coordinamento con tutti gli elementi comunicativi della campagna. Nel tempo l’azienda lo destinerà anche agli altri distributori.
Sulla base di questa nuova immagine Publitrust sta mettendo a punto anche un nuovo packaging di imballo per tutti i prodotti a catalogo Parigi. “Visto che la concorrenza è tanta e anonima”, afferma Claudio Mazzoleni, Coordinatore Vendita Italia di Parigi Industry, “legare il nome del brand al prodotto di qualità può essere la strada giusta. Dovremo fare in modo che gli installatori chiedano proprio il nostro tubo flessibile e non uno dei tanti. Per questo abbiamo investito nel punto vendita, proprio per rendere riconoscibile il nostro marchio fra quelli concorrenti”.

Tratto da: Industria Meccanica, Settembre 2011