26 maggio 2018

Acqua dove serve

16 maggio, 2018 - 11:40

I pozzi  d’acqua installati nel deserto di Wadi Al Malik nel Sudan sono un esempio efficacie di come le soluzioni per la gestione dell’acqua della Caprari siano performanti e durevoli, anche in condizioni ambientali estremamente difficili.

Il deserto con la sua sabbia, le tempeste di vento e il terreno arido rende estrematemene difficoltoso operare per costruire opere civili che migliorino concretamente le condizioni di vita degli abitanti locali, costretti a vivere spesso senza poter usufruire di beni di prima necessità come l’acqua potabile.

I progetti Nord Kordofan hanno permesso di aumentare e dare continuità alle forniture di acqua potabile, utilizzando le risorse idriche sotterranee del nord della regione e di quelle dell’area meridionale (prevalentemente acqua piovosa previo trattamento).

Per raggiungere questo obiettivo sono stati utilizzati per la realizzazione degli impianti nello specifico più di 40 pompe sommerse e più di 20 pompe Split case orizzontali (pompe a cassa divisa) della Caprari, tutti prodotti che si caratterizzati per l’estrema tenuta contro le intemperie atmosferiche e la corrosione causata dalla sabbia.

Grazie a questi interventi è migliorata la vita di queste persone, che possono così affrontare meglio i numerosi periodi di siccità e accedere più facilmente alle riserve di acqua potabile da utilizzare quotidianamente.

Questo progetto rappresenta solo uno degli impianti presenti nell’are del Sudan, dove l’azienda opera nel settore delle soluzioni integrate per la gestione dell’acqua dagli anni 70’.

Caprari è impegnata in un processo di innovazione continua, focalizzata nel proporre sul mercato soluzioni per la gestione dell’acqua sempre più ad alto rendimento e adatta ad ogni condizione ambientale.