18 agosto 2019

Additive Manufacturing, a Formnext 2019 le nuove sfide per l'industria meccanica (VIDEO)

17 luglio, 2019 - 12:18
A cura di: 
c.f.

“Dove sono necessarie funzionalità speciali, l’additive manufacturing crescerà sempre di più, anche nella meccanica”, dice Kristian Arntz, del Fraunhofer Institute. Un settore che non solo vedrà sempre maggior utilizzo di prduzione additive, ma che si sta anche attrezzando per vincere “le nuove sfide legate alla finitura delle superfici stampate in 3D”.

È un settore che cresce, dunque, anche in Italia. E cresce di pari passo la fiera di riferimento per l’industria. La prossima edizione di Formnext (a Francoforte dal 19 al 22 novembre) vedrà 245 aziende espositrici di cui 29 dall’Italia, il 30% in più rispetto all’anno scorso. “Quest’anno il paese ospite saranno gli Usa” dice la presidente di Mesago (che organizza la fiera) Petra Haarburger, “e di questo passo nel 2021 potrebbe essere l’Italia".

 

 

Additive manufacruring e digitalizzazione

“L’Additive è il volano per racontare i cambiamenti in atto nel settore manifatturiero” spiega Bianca Maria Colosimo, del Politecnico di Milano. “Il primo è la digitalizzazione”: la tecnologia additive permette di partire da un oggetto disegnato e simulato fino a una stampa in cui avviene una raccolta dati in perfetta ottica 4.0. “e permette inoltre customizzazione e produzione distribuita”. Con cambiamenti che coinvolgono la supply chain.

Cresce l’intera catena del processo

Formnext registra una forte crescita lungo l'intera catena del processo. Tra i nuovi espositori si annoverano aziende attive a livello internazionale come 3M Advanced Materials, Covestro, Evonik, Mitsubishi, Thyssenkrupp Materials o Xerox, che a Formnext presenteranno le loro soluzioni per Additive Manufacturing. Inoltre, oltre alle tradizionali medie imprese, sono rappresentate numerose aziende giovani e innovative provenienti da tutto il mondo.