19 agosto 2017

Automotive, l’impregnazione è la tecnologia 4.0 su cui investire

15 giugno, 2017 - 09:40
A cura di: 
Carlo Fumagalli

Articolo pubblicato su L'Industria Meccanica n. 709

Monitorare il livello di umidità in un impianto di verniciatura industriale, e poterlo correggere. Rilevare durante la fase di verniciatura la formazione di eventuali scarti.

Analizzare l’efficienza e la resa di un impianto e poter correggere i parametri di processo. «Nella verniciatura e nel lavaggio industriale siamo “4.0” da anni» dice Paolo Vaccari responsabile Tecnologie di Tecnofirma, «grazie a specifici sistemi di supervisione mettiamo a disposizione dei clienti archivi di dati e parametri per consentire l’analisi della qualità e della produttività dell’impianto».

In questo modo è possibile intervenire anche da remoto in maniera correttiva e poter programmare interventi di manutenzione preventiva, riducendo costosi fermi produzione.

«Nel settore automotive» continua Paolo Vaccari, «l’80% degli utilizzatori di impianti richiede la possibilità di attivare uno scambio di dati».

Una tecnologia su cui oggi l’azienda di Monza sta investendo molto è l’impregnazione degli avvolgimenti
dei motori elettrici.

« È un settore che avrà sempre più esigenza di verificare i dati di processo» spiega Vaccari, «abbiamo già prodotto numerosi impianti e stiamo lavorando molto per sviluppare questa tecnologia in ottica 4.0».