26 marzo 2019

Binomio di potenza e precisione

9 ottobre, 2018 - 16:27

SORALUCE Italia ha deciso quest’anno di presentare alla 31.BI-MU due differenti modelli particolarmente apprezzati nel nostro Paese.

La prima soluzione è la fresatrice SORALUCE TA35 Automatic, con corse di 3.500 x 1.500 x 1.200 mm.

La macchina, dotata di testa automatica e sistema DAS, Dynamics Active Stabilizer, sarà fornita a un’azienda che costruisce impianti industriali. La seconda soluzione, di maggiori dimensioni, è la fresatrice a montante mobile SORALUCE FP14000 (vedi foto), con CNC HEIDENHAIN iTNC 640, con corse di 14.000 x 3.200 x 1.600 mm.

Si tratta di una macchina a elevata dinamica, quindi ad alta produttività, con avanzamento assi di 35 m/min e spinte da 2.000 kg, parametri che permettono lavorazioni impegnative sia in foratura sia in fresatura.

La potenza del motore mandrino è di 43 kW in S1 al 100% (49 kW in S6 al 60%). Come tutte le macchine SORALUCE, è interamente in ghisa per un coefficiente d’assorbimento interno delle vibrazioni più che doppio rispetto alle strutture in acciaio elettrosaldato.

In fiera è esposta, inoltre, una testa birotativa a posizionamento millesimale che trasmette 37 kW di potenza in S1 e 43 kW in S6, lubrificata aria-olio, con bloccaggio utensile da 2.000 kg e passaggio del refrigerante e dell’aria compressa attraverso il mandrino. Il cliente a cui è destinata questa macchina lavora nell’ambito della meccanica generale, con una Divisione carpenteria e una di lavorazioni meccaniche: per tali ragioni necessita di una macchina in grado di affrontare qualsiasi tipo di lavorazione dal punto vista geometrico e di capacità d’asportazione sui materiali più tenaci. L’elevata precisione e produttività, fino al 300%, viene ottenuta anche grazie al sistema DAS.

Un magazzino utensili da 100 posti, al quale si può accedere anche a macchina in lavorazione, completa la dotazione, insieme all’unità rototraslante da 2.500 x 3.000 mm, con traslazione di 2.000 mm e portata di 60 t. Entrambe le macchine sono dotate del pacchetto “Industria 4.0” e del “Controllo Adattativo” SORALUCE.