13 novembre 2018

Italia e Cina intensificano i rapporti commerciali al CIIE

5 novembre, 2018 - 17:46

 

5 novembre – Oggi a Shanghai il ministro Luigi DI Maio ha incontrato il presidente cinese Xi Jinping   durante la “China International Import Expo” (CIIE), una grande fiera del commercio “voluta per dimostrare al mondo che la Cina non è solo un gigante delle esportazioni, ma anche un mercato che promette di comperare e importare dal mondo 40 mila miliardi di dollari di merci e servizi nei prossimi 15 anni” (Corriere della Sera).

I dati riferiti alla meccanica elaborati dall’ufficio studi di Anima su base Istat dimostrano come l’export sia già cresciuto del +19,4% nel 2017, mentre l’Italia ha aumentato l’import dalla Cina del +1,5% nello stesso anno.

Al CIIE di Shanghai la presenza italiana è numerosa e di qualità: 190 aziende che spaziano dalla produzione di beni di consumo e di lusso alla meccanica, fino ad attrezzature mediche e prodotti agroalimentari. Gli accordi tra Italia e Cina riguardano infatti diversi settori e portano i due paesi a una più stretta collaborazione in ambito commerciale. Il ministro Di Maio ha inaugurato in giornata il padiglione Italia con il Presidente ICE Mazzarella.

Come riporta il Corriere della Sera, il ministro Di Maio ha parlato di Intelligenza artificiale, venture capitalism, tecnologia blockchain per certificare i prodotti del vero made in Italy. Ha affermato che il governo crede che “i big data siano il nuovo petrolio” e ha annunciato che ogni impresa che introdurrà la figura dell’innovation manager riceverà dallo Stato uno sgravio fiscale di 40 mila euro.