13 novembre 2018

La macchina “gigante” di Camozzi nella corsa allo spazio

6 settembre, 2018 - 16:27

Si chiama Mongoose (in inglese, mangusta), è la macchina di posizionamento fibre più grande al mondo. È stata sviluppata dalla controllata Ingersoll della divisione Camozzi Machine Tools di Camozzi Group per la Blue Origin di Jeff Bezos. L’azienda del fondatore di Amazon mira alla creazione di un sistema per voli turistici nello spazio, nonché al trasporto in orbita di satelliti e di missioni spaziali più elaborate. Ci sono voluti tre anni per realizzare Mongoose, che misura 41x15x13 metri ed è attualmente in fase di installazione presso la Blue Origin di Bezos all’Exploration Park del Kennedy Space Center a Merritt Island, in Florida. La macchina verrà utilizzata per la realizzazione di grandi componenti, quali serbatoi criogenici che saranno riempiti con ossigeno liquido e idrogeno per l’alimentazione dei razzi. Mongoose sarà altresì impiegata per la costruzione delle carenature, ovvero grandi strutture aerodinamiche che conterranno il carico utile (materiale portato nello spazio, per esempio satelliti) del lanciatore. L’americana Ingersoll Machine Tools Inc è stata acquisita da Camozzi Group nel 2003 per 15,7 milioni di dollari.