16 luglio 2019

La sedicesima edizione del Forum Telecontrollo a Firenze

11 luglio, 2019 - 17:28

Promossa da Anie Automazione e organizzata da Messe Frankfurt Italia, la sedicesima edizione del Forum Telecontrollo (il 23 ottobre a Firenze, Fortezza da Basso) affronta il tema della trasformazione digitale delle reti di pubblica utilità partendo dal binomio tra innovazione e cambiamento, per confrontarsi su nuovi modelli di business destinati alla semplificazione dei processi e al potenziamento della produttività. 

«Il telecontrollo è fondamentale per gli impianti di acquedotto – così Andrea Muzzatti, Energy manager del Gruppo Cap, alla tavola rotonda del 10 luglio presso la sede Anie – soprattutto il monitoraggio dei dati per il bilancio idrico e il controllo delle problematiche».

Nonostante lo sviluppo degli ultimi decenni, il settore idrico rimane ancora arretrato rispetto a energia, città e industria (gli altri comparti interessati dal Forum Telecontrollo). «C'è ancora tanto bisogno di automazione. Le reti idriche sono le più antiche, soffrono di ciò e il telecontrollo aiuta il settore, ancora più che rinnovare le strutture – interviene Furio Cascetta – Senza telecontrollo, il dato non viene comunicato, soprattutto in ambito pubblico».

Giambattista Gruosso, professore del Polimi, sposta l’attenzione sul settore energetico: «Il telecontrollo è importante per i produttori di energia, ma verrà assorbito da nuove tecnologie. Le microreti rappresentano la nuova sfida».

Con l’obiettivo di sostenere imprese, utility e stakeholder nel percorso di digitalizzazione, il programma dei convegni del 23 ottobre si articolerà in quattro aree tematiche: acqua, energia, città e industria.

Tra gli argomenti trasversali in evidenza ci saranno la sostenibilità delle risorse ambientali, l’efficienza di gestione, l’adozione dei paradigmi IoT, la cyber-security, la valorizzazione delle competenze.