24 aprile 2019

Macchine utensili in ripresa anche sul mercato interno

21 ottobre, 2011 - 17:22

Segnali positivi, per l'industria della meccanica, vengono dal comparto delle macchine utensili, robot e automazione. Secondo l'ultima rilevazione del Centro Studi & Cultura di Impresa Ucimu-Sistemi per produrre, nel terzo trimestre dell'anno gli ordini sono aumentati del 58,2% rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno, raggiungendo un valore assoluto pari a 73,9 (base 2005=100).

“Prosegue l’ottima performance della domanda straniera ma è il risveglio della domanda interna il dato interessante che emerge dalla rilevazione di questo trimestre - ha commentato il presidente dell'Associazione, Giancarlo Losma -. L’inversione di tendenza, in un momento così incerto, fa ben sperare per il prossimo futuro ed è un’ottima base da cui ripartire dopo l’arresto degli investimenti in beni strumentali avvenuto nel 2009”.

Le rilevazioni evidenziano infatti che dopo quattro trimestri consecutivi di calo, l’indice degli ordini raccolti sul mercato interno ha messo a segno un incremento del 96,8%, nonostante il valore assoluto sia ancora su un livello molto basso, 30,3. Confermato anche il trend positivo della domanda estera, cresciuta nel trimestre del 32,3%, per un valore assoluto  pari a 114,3.  E nei primi sei mesi dell'anno l'incremento sui mercati esteri si attesta al 27,8% sullo stesso periodo 2010.

“Alla luce di questi dati - ha dichiarato Losma - i costruttori chiedono l’immediato intervento delle autorità di governo affinché possa essere ripristinata l’operatività che fino a qualche mese fa era garantita da ICE. L’export assorbe attualmente oltre il 60% della produzione italiana di settore, per questo abbiamo bisogno del supporto di un’agenzia autonoma che affianchi le aziende impegnate nell’attività di internazionalizzazione, oggi la più remunerativa per i costruttori”.