24 agosto 2019

Robotica: collaborativo è meglio

26 aprile, 2018 - 16:20

Durante la SPS IPC Drives di Norimberga, Mitsubishi Electric Factory Automation ha organizzato una dimostrazione live in ambiente Industry 4.0 e ha introdotto il robot collaborativo che consente di lavorare a stretto contatto con l’operatore senza barriere di sicurezza.

I robot collaborativi sono stati progettati per lavorare in prossimità dell’uomo all’interno della cella di produzione, e, a differenza dei robot industriali veloci e potenti, che devono essere posizionati dietro barriere protettive per motivi di sicurezza, sono liberi da tali restrizioni.

I robot collaborativi possono essere installati facilmente e in modo flessibile in qualsiasi ambiente di produzione.

È importante sottolineare che, mentre la precisione di alcuni robot collaborativi può essere ridotta rispetto alle versioni industriali, le caratteristiche prestazionali del modello Mitsubishi Electric rispecchiano quelle della gamma di robot industriali. Ciò significa una ripetibilità di ±0,02 mm, nonostante l’inclusione di sensori sensibili di forza/coppia.

La capacità di carico del modello di robot illustrato è di 5 kg, con uno sbraccio di circa 900 mm.

Oltre alle prestazioni, Mitsubishi Electric ha anche improntato lo sviluppo sulla facilità d’utilizzo, con opzioni di controllo e programmazione innovative.

Un terminale operatore touchscreen può essere collegato al robot, fornendo un’interfaccia intuitiva per “educare” il robot al suo compito, senza la necessità di alcuna competenza specifica di programmazione.

La funzionalità di apprendimento include una modalità di “controllo diretto” che consente all’operatore di movimentare il robot nello spazio, a mano e con forza controllata. Una volta completato il setup, il terminale viene facilmente rimosso per dare al robot piena libertà di movimento.

Il lancio del robot collaborativo MELFA segna il primo sviluppo dedicato dell’azienda nel settore della cooperazione uomo-robot (HRC). L’esposizione del robot al padiglione 7, stand 391, alla fiera di Norimberga, è coincisa con la sua prima ufficiale all’International Robot Exhibition iREX di Tokyo.