24 ottobre 2018

Sì agli incentivi 4.0 anche per le macchine utensili senza istruzioni operative

3 agosto, 2018 - 10:04

Una nuova circolare del MiseUna nuova circolare del ministero dello Sviluppo economico, pubblicata il 2 agosto, fornisce ulteriori chiarimenti concernenti il requisito dell’interconnessione per taluni beni del primo gruppo dell’allegato A della Legge di Bilancio 2017.

Sulla base delle istanze pervenute, il ministero prende in esame il vincolo del caricamento da remoto di istruzioni e/o part program rilevando che per talune specifiche applicazioni, la disciplina agevolativa non richieda necessariamente che il bene sia in grado di ricevere in ingresso istruzioni e/o part program riguardanti lo svolgimento di una o più sequenze di attività identificate, programmate e/o dettate esternamente (ad esempio da sistema informatico, da singolo utente, owner del processo etc.).

«Può  essere  questa  la  situazione,  ad  esempio,  di alcune macchine utensili  - quali trance, taglierine, seghe circolari, trapani, frantoi e mulini di macinazione - che,  in quanto  progettate  per  un  unico  ciclo  di  lavoro  o  per  un’unica lavorazione  completamente  standardizzata, non necessitano  di  ricevere  istruzioni operative né in relazione alla sequenza (temporale e/o logica) delle attività o delle azioni da eseguire, né in relazione ai parametri o alle variabili di processo» si legge nella circolare.

Al contrario è sufficiente che il bene sia in grado di trasmettere dati in uscita, funzionali, a titolo esemplificativo, a soddisfare i requisiti ulteriori di telemanutenzione e/o telediagnosi e/o controllo in remoto e di monitoraggio continuo delle condizioni di lavoro e dei parametri di processo.

Si può leggere qui il testo della circolare