10 dicembre 2018

Senza centri

10 ottobre, 2018 - 12:50

Alla 31.BI-MU, Rettificatrici Ghiringhelli SpA di Luino, in provincia di Varese, presenta in anteprima una novità di assoluto rilievo: si tratta della capostipite di una nuova gamma di rettificatrici senza centri denominata EP250.

La nuova rettificatrice, sviluppata con una progettazione essenziale, racchiude tutte le soluzioni tecnologiche specifiche per eseguire cicli di lavorazione automatici in infilata, ad alta precisione, di pezzi con diametro da 1,5 a 70 mm, e con un’unica configurazione, proposta a un prezzo competitivo che consente agli utilizzatori anche un ROI in tempi brevi.

Il modello EP250 CNC3A, come tutte le rettificatrici senza centri dell’ampia gamma Ghiringhelli, risponde ai moderni requisiti di ergonomia, eco-compatibilità e sostenibilità ambientale e adotta soluzioni specifiche a basso consumo energetico.

Essenziale e precisa, nasce a 3 assi controllati da CNC su un basamento in quarzo sintetico che garantisce un’elevata ammortizzazione vibrazionale, rigidità strutturale, alta inerzia termica, per un perfetto bilanciamento ecologico del sistema.

La dinamica della macchina, molto reattiva, si basa su monoguide in classe high-precision precaricate a rulli. Il carro principale di lavoro, asse V, e gli assi X e Y per la diamantatura con interpolazione della mola operatrice sono gestiti da controllo numerico.

La profilatura della mola conduttrice è automatica, tramite utensile diamantato. La nuova EP250 è dotata di mola operatrice con diametro di 508 x 250 (L) mm e potenza motore fino a 22 kW; in opzione, è disponibile una soluzione con velocità periferica costante fino a 50 m/s e un bilanciatore mola automatico.

La mola conduttrice ha un diametro di 305 x 250 (L) mm, con potenza motore fino a 1,5 kW. I tecnici Ghiringhelli hanno sviluppato un’interfaccia operativa dedicata, implementandola nel CNC Siemens 808D Advanced con PLC integrato.

La compensazione micrometrica della posizione degli assi avviene in ciclo automatico, mentre la diagnostica manutentiva a video è tramite testi in chiaro di allarmi e messaggi, al fine di assicurare una condotta guidata sicura e pratica. Totalmente carenata, ma accessibile, la nuova EP250 può essere corredata di sistemi di carico/scarico specifici e gestibili in autonomia per cicli di lavorazione in infilata.