26 marzo 2019

Tajani a Made in Steel, - 5 giorni

28 marzo, 2013 - 12:06

Meno di una settimana a Made in Steel, a fieramilanocity dal 3 al 5 aprile. Al convegno inaugurale interverranno Antonio Tajani, vicepresidente della Commissione Europea, il presidente di Federacciai Antonio Gozzi, il presidente dell’ICE Riccardo Monti e il vicepresidente della Fondazione Edison Marco Fortis.
La manifestazione, sin dalla sua nascita, si distingue per l’innovativa formula, conference and exhibition, che unisce sotto lo stesso tetto le possibilità di business garantite dalla presenza di 312 espositori e coespositori nazionali ed internazionali e gli approfondimenti offerti da una ricca agenda di convegni che si terrà durante l’evento.

Work and Life – Il tema portante dell’edizione 2013 di Made in Steel sarà Work and Life, un argomento che, come ha spiegato l’a.d. della manifestazione Emanuele Morandi, «coniuga due valori fondamentali, lavoro e vita. Senza acciaio, senza manifattura, senza economia reale non ci può essere futuro per un Paese come il nostro. E abbiamo anche bisogno di dare qualità e senso alla nostra vita: il nostro operare deve essere sostenibile non solo sotto il profilo economico, ma anche quello sociale ed ambientale. La chiave per una ripartenza si basa tutta sulla nostra capacità di fare una lettura nuova della realtà, con una visione alta e di lungo periodo».

Made in Steel si propone come l’unico evento, all’interno del panorama fieristico internazionale, dedicato all’intera filiera dell’acciaio. A testimonianza della volontà di coinvolgere gli operatori del settore, dai produttori siderurgici, ai distributori, alle industrie utilizzatrici di acciaio, la conference and exhibition ha lanciato tre iniziative dedicate a chi impiega i prodotti siderurgici come materia prima per la propria attività produttiva.

Con i progetti Building, Transportation, Power & utilities, Made in Steel approfondirà le tematiche più attuali, le prospettive di sviluppo e le possibilità di crescita e di interazione tra il settore dell’acciaio e le costruzioni, i trasporti e l’energia. Ciò si incarnerà in specifici convegni e tavole rotonde, tenuti da illustri esponenti di queste realtà produttive, e nella stretta collaborazione con associazioni di categoria quali ANFIA, ANIMA, UCC, AISEM, CICOF, Fondazione Promozione Acciaio, UPIVEB e IPO Steelnetwork.

Internazionalizzazione – Nel 2012 il consumo apparente di acciaio, in Italia, è sceso del 22% rispetto al 2011. In questo panorama, per la siderurgia nazionale è vitale una sempre maggiore apertura ai mercati esteri.

Questo processo, già in atto, nei prossimi anni dovrà subire un’accelerazione ancora maggiore, per far fronte alla crescita di competitività internazionale ed alla stagnazione dei mercati europei. Per questi motivi, Made in Steel ha approntato una serie di attività per favorire l’internazionalizzazione della manifestazione e delle aziende che vi parteciperanno. Saranno infatti presenti, grazie alla collaborazione con l’ Istituto nazionale per il Commercio Estero, una serie di buyer esteri. Inoltre i delegati delle Camere di Commercio italiane in Brasile, Emirati Arabi Uniti, Germania, India, Marocco, Svezia, Svizzera, Tunisia e Turchia presenteranno i rispettivi sistemi-paese e sosterranno mirati incontri b2b. Infine, per stimolare la partecipazione di visitatori stranieri, sono stati stretti accordi di partnership con la Commissione Europea, Eurofer, Eurometal, Euro Inox, ISSF e IPO Steelnetwork.

Sempre più “smart” – Dal Match Making, alla nuova app di Made in Steel, passando per lo Speakers corner: l’offerta della manifestazione per il proprio pubblico si è ampliata, per rendere l’esperienza in fiera ancora più produttiva. Per maggiori informazioni