22 gennaio 2018

Nelle marche anche i servizi guardano all'automazione

15 dicembre, 2017 - 10:34

Tre cose da sapere sull’industria nelle Marche: ha superato indenne la crisi economica (i settori abbigliamento, food e mobili sono stati tra i più forti), ha accresciuto negli anni I propri investimenti in ricerca e sviluppo, e ha saputo valorizzare i propri brevetti, che hanno portato nuovo reddito e valore sul territorio.

Con questa premessa sono stati presentati I risultati dell'Osservatorio "Mappatura delle Competenze Meccatroniche" con focus sulle Marche. Promosso da Messe Frankfurt Italia e ANIE Automazione, e redatto dal gruppo di studiosi del Politecnico di Milano guidato da Giambattista Gruosso. Lo studio segue, anni dopo anno, gli appuntamenti di avvicinamento alla fiera SPS Italia lungo la penisola, (nel 2015 aveva analizzato le province di Brescia Verona e Mantova, nel 2016 Modena, Parma, Reggio Emilia e Bologna).

«Come tendenza nel territorio marchigiano abbiamo notato che anche il mondo dei servizi, fino a non molto tempo fa totalmente estraneo a quello dell’industria, guarda con maggiore attenzione ai temi dell’automazione, diventando quasi una nuova via alla meccatronica, non solo di processo o di macchina, ma anche al servizio di mercati e clienti», dice Giambattista Gruosso.

Novità rispetto alle edizioni precedenti sono le attese delle aziende dai fornitori di tecnologia: un potenziamento dell’offerta di soluzioni di Intelligenza Distribuita, Integrazione con Robotica, Interconnessione e standardizazione, BigData, Analytics, IOT, Sistemi di Visione e Misura, Simulazione evoluta, In-tegrazione Hw/SW, Sistemi Embedded.

Le Marche si sono dimostrate un territorio capace di lanciare sfide al mondo digitale. «Il terziario avanzato chiede di entrare nel mondo dell’automazione, e vuole capire come le tecnoloige digitali possano entrare nell’ambito della meccatronica» spiega Giambattista Gruosso, «Le aziende chiedono fortemente sistemi di visione, robotica. I progetti pilota che sono diventati poi investimenti strutturali con il Piano 4.0 vanno in questa direzione»

Le strategie delle aziende, a parte la fabbricazione del proprio prodotto core, sono sempre più rivolte all’incremento dell’efficienza di processo, alla realizzazione di sistemi e layout sempre più flessibili, all'analisi di dati e alla creazione di nuovi servizi per il cliente.