27 giugno 2017

SPS Italia 2017

26 aprile, 2017 - 07:56

Al suo settimo compleanno, per far fronte alla continua crescita delle richieste di partecipazione, Sps Italia cambia per estendersi su nuovi padiglioni che permetteranno di offrire una maggiore superficie espositiva e percorsi di visita diversificati. I tre padiglioni della vecchia disposizione con ingresso unico diventano quattro: al padiglione 4, dove si potrà accedere direttamente dall’ingresso Sud, si affiancheranno quest’anno il padiglione 2, il 5 e il 6 con il nuovo ingresso Ovest. Al padiglione 7 invece le sale convegno.

Leggi qui le recensioni in anteprima di alcuni prodotti presenti in fiera

 

 

L’area 4.0
Nel padiglione 4 troveranno spazio proposte, soluzioni e applicazioni per la digitalizzazione della produzione. Tornerà, dopo il successo della prima edizione, l’area Know how 4.0, dove saranno esposte ben 28 demo funzionanti di applicazioni in ottica 4.0 delle aziende più all’avanguardia nel panorama dell’automazione industriale. I visitatori potranno così toccare con mano e comprendere le dinamiche di questo nuovo modo di produrre.
Nella stessa area saranno collocati – in un’ottica di sistema – i principali player del mondo It, che hanno scelto Sps come piattaforma per incontrare il mondo manifatturiero. Aziende come Cisco, Sap, Hewlett Packard Enterprise, Intel e Oracle – per fare qualche nome – esporranno e organizzeranno tavoli di lavoro, seminari e incontri incentrati su soluzioni e risposte digital in chiave 4.0.

A corollario dell’offerta di soluzioni e applicazioni ci sarà poi lo sportello informativo “Pronto 4.0”, realizzato in collaborazione con Anie Automazione e PwC, che offrirà informazioni e orientamento alle realtà che vorranno mettersi alla prova sul proprio grado di adeguamento a Industria 4.0. In quest’area infatti potranno trovare risposte ai loro dubbi in merito al Piano Governativo Industria 4.0 sia dal punto di vista tecnico, sulle tecnologie che possono essere implementate usufruendo dell’iperammortamento, sia dal punto di vista fiscale e normativo. Passando da domande generali sulla quarta rivoluzione a incentivi, finanziamenti e software, gli esperti sapranno disegnare la situazione, dando consigli utili su come muoversi e organizzando tavoli di lavoro in fiera sulle tematiche ritenute più interessanti.

I nuovi padiglioni
Nei padiglioni 3, 5 e 6 troveranno spazio i principali fornitori di componenti e sistemi per l’automazione e nuove categorie merceologiche legate alle tecnologie del momento: Meccatronica, Industrial IoT, Big Data, Cybersecurity, applicazioni robotiche, software di progettazione e simulazione. Il doppio ingresso al quartiere espositivo, Centro e Ovest, favorirà il flusso dei visitatori senza colli di bottiglia.

L’Open Lounge
Tra i padiglioni 5 e 6 sarà allestita una ricca area esterna denominata “Open Lounge”. Qui i visitatori, utilizzando i coupon del ticket di ingresso, potranno godere momenti di relax e fruire dell’offerta espositiva all’aperto. Qui infatti sarà ospitata un’area dedicata all’Agricoltura 4.0 e a un settore – quello agricolo – caratterizzato da un elevato contenuto di automazione. L’area Farm 4.0 metterà in mostra le più moderne e tecnologiche macchine agricole e nel corso di una tavola rotonda di approfondimento, nel palinsesto convegnistico il 24 maggio, verrà presentato l’Osservatorio realizzato in collaborazione con il Politecnico di Milano e Assofluid sul settore macchine/movimento terra in Italia.

I convegni
Nelle sale, che saranno posizionate nel padiglione 7, si terranno sia i convegni scientifici, che danno diritto al riconoscimento di crediti formativi (Cfp), sia le Tavole Rotonde dedicate ai diversi “Fil Rouge”, che tradizionalmente mettono al tavolo fornitori e fruitori di automazione industriale e dove verranno illustrate case history concrete di soluzioni realizzate insieme ad un cliente. Vediamo gli argomenti che saranno trattati nei tre giorni di fiera.
Il 23 maggio si aprirà con la presentazione dei dati di mercato da parte di Anie Automazione. Seguirà poi per il Fil Rouge Digital la tavola rotonda intitolata “Industria e Digital Transformation. Sinergie e contaminazioni tra Automazione e Information Technology”. Lo stesso giorno per il Fil Rouge Manifattura 4.0 il tema della tavola rotonda è “Il rilancio del manifatturiero in Italia: investimenti tecnologici e formativi nella revisione dei processi produttivi”. Il convegno scientifico di questa giornata è dedicato a “Industrial Software e Servitizzazione”: esperti del settore si confronteranno sulle tecnologie emergenti sull'evoluzione dei mercati indentificandone i trend, le opportunità e i rischi.

Il 24 maggio sarà protagonista l’Automotive con la tavola rotonda “La catena del valore nel settore automotive: applicazioni delle nuove tecnologie abilitanti”. Nella stessa giornata spazio anche a “Tecnologie fluid power 4.0 per il packaging, macchine agricole e movimento terra”: parleranno i rappresentanti dei più quotati marchi operanti nel settore della meccanizzazione agricola e sarà presentato lo studio promosso da Messe Frankfurt Italia e Assofluid, realizzato in collaborazione con Politecnico di Milano, sul settore macchine/movimento terra in Italia. Sempre il 24 maggio, in collaborazione con Animp, la tavola rotonda “Processo e Manifatturiero, due mondi che si incontrano nel paradigma Industry 4.0”. In questa seconda giornata si terrà anche il secondo convegno scientifico dedicato al tema “Robot, visione, motion e IIOT”.

Il 25 maggio si parlerà di Food & Pharma in una tavola rotonda intitolata “Le aziende alimentari e farmaceutiche: soluzioni innovative per settori industriali all’avanguardia”.

Leggi qui le recensioni in anteprima di alcuni prodotti presenti in fiera