Air Liquide espande la presenza in Australia

Air Liquide investirà 60 milioni di Euro in una nuova unità di separazione dell'aria (ASU) nel quadro del progetto di rinnovamento del sito di Nyrstar situato a Port Pirie.

05 feb 2015

Air Liquide investirà 60 milioni di Euro in una nuova unità di separazione dell'aria (ASU) nel quadro del progetto di rinnovamento del sito di Nyrstar situato a Port Pirie. Air Liquide annuncia un nuovo contratto a lungo termine in Australia con Nyrstar, un'azienda che opera nel settore minerario e dei metalli.

Il sito di Nyrstar di Port Pirie (230 km a nord di Adelaide) è cliente di Air Liquide Australia dal 1997. In base alla partnership appena ampliata e per supportare l'ambizione di Nyrstar di portare un'industria di rilievo mondiale nello stato del South Australia, Air Liquide fornirà ossigeno e azoto.

Questo progetto prevede la conversione dell'impianto metallurgico di Nyrstar in un impianto avanzato per il recupero ed il riciclo dei metalli, per ridurre l'impatto ambientale del sito e per aumentare sia l'efficienza sia la capacità produttiva.

L'investimento per la nuova ASU, deciso alla fine del 2014, prevede una capacità totale di 1.400 tonnellate al giorno. Progettata e costruita dai team Engineering and Construction di Air Liquide usando tecnologie all'avanguardia per offrire efficienza in termini energetici oltre a prestazioni e sicurezza ottimali, la sua messa in esercizio è prevista a metà del 2016. 

François Venet, Vice-President Asia Pacifico e membro del Comitato Esecutivo del Gruppo Air Liquide, ha commentato: "Ringraziamo Nyrstar per la sua rinnovata fiducia in Air Liquide e per la partnership a lungo termine che stiamo costruendo insieme. Con questo investimento, Air Liquide rafforza la sua presenza in Australia, espandendo l'offerta del Gruppo ai clienti Large Industry."

Industria varia, Economia, air liquide