"Esco Inverter" per il miglioramento dell'efficienza

Heat & Power lancia il servizio "esco inverter", tramite un inverter intelligente la velocità dei motori elettrici può essere variata secondo la richiesta.

05 dic 2013

In occasione del convegno AssoEsco  organizzato  nell'ambito di Key Energy di Rimini Fiere, Heat & Power, azienda all'avanguardia nel campo dei servizi energetici erogati in modalità ESCo, ossia senza investimento di capitale da parte del cliente, ESCo Inverter, un nuovo servizio per il miglioramento dell'efficienza energetica degli impianti industriali. ESCo Inverter va ad agire, tramite l'uso di un inverter intelligente, sulla velocità dei motori elettrici che azionano le apparecchiature più diverse (ventilatori, pompe, compressori, azionamenti elettrici in generale), adeguandola in tempo reale alle effettive richieste funzionali.

Gli inverter installati nell'ambito del servizio sono progettati, finanziati e gestiti da Heat & Power, secondo le modalità dei contratti ESCo. Tramite una apposita strumentazione, il cliente è in grado di rilevare in tempo reale l'energia elettrica risparmiata, anche disattivando l'inverter come controprova. L'impianto viene pagato  solo con l'energia risparmiata.

Heat & Power ha già effettuato la prima installazione nell'ambito del nuovo servizio presso il mobilificio Porro, storica azienda lombarda. L'installazione è avvenuta a seguito di un audit energetico effettuato nell'ambito di un'iniziativa in collaborazione tra Heat & Power e Federlegno Arreda per il miglioramento dell'efficienza energetica nel comparto. 

Il mobilificio Porro ha già messo in atto diverse iniziative di efficientamento energetico sia in ambito elettrico che termico. L'audit ha però rilevato un'inefficienza nel sistema di aspirazione del polverino di legno. Per motivi progettuali, il sistema di aspirazione è concepito per funzionare alla massima efficienza con le bocchette interamente aperte, e quindi il motore elettrico opera a giri costanti. Installando un inverter che agisca sulla velocità di rotazione del motore dell'aspiratore, si ottiene che il flusso d'aria e quindi i consumi elettrici sono sempre commisurati al numero di bocchette aperte.

Tramite un algoritmo appositamente realizzato, implementato in software e validato con il cliente, Heat & Power ha misurato il possibile risparmio ottenibile e ha formulato una proposta economica in modalità ESCo. I primi tre mesi di funzionamento dell'impianto hanno rivelato un risparmio del 30 per cento, con un conseguente tempo di rientro dell'investimento inferiore a  due anni.

"Il caso del mobilificio Porro, commenta Andrea Tomaselli, amministratore unico di Heat&Power, rivela che le inefficienze, e i conseguenti risparmi, si possono trovare anche in contesti industriali molto evoluti. Di importanza fondamentale è l'effettuazione di un audit energetico rigoroso, ma ancora di più la capacità progettuale che consente di fare efficienza senza impattare sull'operatività produttiva".

Energia, Tecnologie & Prodotti