A MCE l'efficienza lombarda

Alla manifestazione milanese sarà presente quest'anno anche Cestec, la società in-house di Regione Lombardia.

11 feb 2012

Alla manifestazione milanese sarà presente quest'anno anche Cestec, la società in-house di Regione Lombardia.

Mostra Convegno Expocomfort (FieraMulano Rho, 27-30 marzo 2012) sarà l'occasione per presentare gli strumenti e le esperienze del sistema regionale lombardo in tema di efficienza energetica, utilizzando come sfondo di una piazza virtuale lo skyline della città di Milano.

Seminari e incontri formativi. Lo spazio sarà dedicato a seminari e momenti di incontro plenario: si parlerà, per esempio, di risparmio e certificazione energetica degli edifici, dove la Lombardia può vantare risultati di eccellenza, anche in rapporto al contesto europeo:  730.000 attestati di certificazione energetica (ACE) rilasciati in quattro anni e 15.700 certificatori accreditati. E grazie all'emanazione di un corpus di norme regionali, a diretta attuazione delle Direttive europee, si è riusciti a ridurre del 36%,nei tre anni successivi, il fabbisogno per il riscaldamento degli edifici di nuova costruzione.

Catasto Unico Regionale degli Impianti Termici. Si parlerà anche di "consapevolezza" attraverso l'uso che viene fatto dell'energia prodotta, dei sistemi che trasformano i vettori energetici in energia, del potenziale di miglioramento in ambito impiantistico e delle abitudini del nostro vivere. Tutto ciò anche grazie al Catasto Unico Regionale degli Impianti Termici, che controlla la regolarità delle operazioni di manutenzione e controllo. Anche in questo caso si tratta di numeri rilevanti: oltre 3 milioni di impianti censiti e più  di  15.000 professionisti accreditati nei primi tre anni di attività.  La Regione è anche attiva promotrice dei sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore per gli impianti centralizzati nuovi ed  esistenti.

Geotermia più semplice in Lombardia. Un altro tema riguarderà la realizzazione di impianti a fonte rinnovabile, in particolare le pompe di calore abbinate a sonde geotermiche, tecnologia ad alta efficienza, con zero emissioni inquinanti, in grado di assicurare miglior comfort abitativo e  sicurezza. La promozione delle sonde geotermiche in Lombardia passa da Internet, attraverso il quale  - primo caso in Italia -  si sta attuando una semplificazione delle procedure, considerata dai tecnici regionali la più incisiva forma incentivazione alla diffusione di questa tecnologia. E' prevista una liberalizzazione per le istallazioni fino a 150 metri di profondità, richiedendo la sola registrazione preventiva dell'impianto nella banca dati informatizzata del Registro Regionale delle Sonde Geotermiche (RGS). Anche in questo caso i risultati non mancano: in poco più di un anno e mezzo sono già 570 gli impianti installati.

Edilizia, Ricerca & Sviluppo, efficienza energetica, MCE2012, Cestec, Lombardia