Additive Manufacturing: idee, limiti e vantaggi

Investire in tecnologie additive, il racconto delle realtà italiane

07 nov 2017

Michele Strozzi

 

L'additive manufacturing, tra le tecnologie abilitanti per industria 4.0, ha aperto nuovi orizzonti soprattutto in quei comparti, quali per esempio l'aerospaziale o il medicale, in cui il costo delle attrezzature rappresentava un limite notevole nella produzione di lotti piccoli o addirittura di pezzi singoli.

Con il semplice caricamento di un file e selezionando la polvere metallica, polimerica o un mix di entrambi i materiali, si dà il via a un processo che non ha eguali per quanto riguarda possibilità realizzative e flessibilità produttiva.

Introduce, quindi, un concetto di produzione basato soprattutto sulla qualità del prodotto e sulla personalizzazione dello stesso in un ambito in cui le tecnologie convenzionali non possono arrivare. Come per tutte le tecnologie vi sono, ovviamente, vantaggi e svantaggi che è bene conoscere per evitare aspettative e investimenti sbagliati.

Alla vigilia della fiera Formnext, che si terrà a Francoforte dal 14 al 17 novembre prossimi, abbiamo chiesto ad alcuni espositori italiani quali sono i limiti attuali da superare per l'additive manufacturing e in quale contesto produttivo si colloca la loro tecnologia.

Leggi qui tutte le case history dell'Additive manufacturing

Il Focus è pubblicato sulla rivista L'Industria Meccanica n. 711 settembre/ottobre

Industria varia, Speciale, additive manufacturing