Addolcitori Cillit-Pilot Cks

L'addolcimento dell'acqua protegge gli impianti idrotermosanitari.

18 feb 2015

Con l'addolcimento dell'acqua gli impianti idrotermosanitari vengono protetti dalle incrostazioni calcaree e conseguenti danni con drastico abbattimento dei costi energetici.

Le resine contenute nelle bombole sono in grado di trattare un certo volume d'acqua e quindi hanno una specifica autonomia.

Alla fine di quest'ultima, le resine poiché esauste non sono più in grado di sottrarre calcare dall'acqua ed è necessario pertanto procedere alla loro "rigenerazione". Allo scopo viene usata una soluzione di salamoia (cloruro di sodio) che rigenera le resine in modo che le stesse siano di nuovo in grado di svolgere la loro funzione.

Sino ad ora per ottenere questo risultato  si operava  con lavaggi temporizzati comunque lunghi in modo da avere la sicurezza di aver eliminato tutta la salamoia anche se non si poteva comunque averne la certezza assoluta nel senso che rimaneva sempre il rischio di non aver lavato completamente le resine. Inoltre questo fatto da non sottovalutare,  implicava un notevole inutile ed eccessivo consumo di acqua di lavaggio.

Il centro ricerche e sviluppo della Cillichemie Italiana ha reso disponibile una nuova serie di addolcitori che apportano un deciso miglioramento di questa ormai superata tecnologia. I nuovi apparecchi Pilot CKS Cyber sono infatti dotati di un sistema in grado di misurare il contenuto di cloruri (cloruro di sodio) presente nell'acqua di lavaggio e di conseguenza di modulare i tempi delle varie fasi, effettuando un accurato e costante controllo e gestione nel funzionamento dei nuovi addolcitori Cillichemie.

La tecnica funziona nel seguente modo: appena la rigenerazione delle resine ha inizio, l'elettronica del Pilot Cyber CKS misura la salinità dell'acqua greggia da addolcire e registra il valore misurato, ne prende memoria, poiché alla fine del lavaggio delle resine sarà quello a cui si dovrà tornare.

In sintesi l'elettronica e appositi sensori controllano la quantità di sale ancora presente nel serbatoio.

Tutto il processo è gestito da un sistema elettronico molto avanzato munito di un grande e ben visibile display dove è possibile seguire in tempo reale la varie fasi del processo di rigenerazione.

Infine tutte le rilevazioni dell'elettronica sono adeguatamente salvate in un passo di programma con una notevole capacità di memoria.

Edilizia, Tecnologie & Prodotti, Cillichemie, Comfort2015