Air Liquide, crescita da tutte le regioni

Air Liquide: miglioramento dell'attività nel 2° trimestre e conferma degli obiettivi 2013

30 lug 2013

Il Consiglio di Amministrazione di Air Liquide, riunitosi il 29 luglio 2013, ha esaminato il bilancio consolidato al 30 giugno 2013

Il fatturato del Gruppo del 1° semestre 2013 è stato pari a 7.561 milioni di Euro, con un aumento di +0,4% rispetto ai primi  sei mesi del 2012 in base ai risultati pubblicati e del +3,0% escludendo l'impatto dei tassi di cambio e del gas naturale. Il fatturato del 2° trimestre del 2013 è aumentato del +5,8% su base analoga rispetto al 2° trimestre del 2012, confermando la tendenza annunciata nel 1° trimestre dell'anno.

Il fatturato di Gas & Servizi ha raggiunto 6.885 milioni di Euro, in crescita di +3,5% per il 1° semestre del 2013, corretto dall'impatto dei tassi di cambio e del gas naturale, con un aumento di +5,6% nel 2° trimestre del 2013.

Tutte le regioni hanno riportato una crescita. L'Europa in particolare ha beneficiato del dinamismo della Large Industries in Russia ed Ucraina e delle acquisizioni nell'Healthcare; i risultati della zona Americhe sono cresciuti grazie alla domanda di idrogeno, in particolare negli Stati Uniti; la zona Asia Pacifico ha visto la messa a regime delle unità produttive e volumi crescenti nell'attività Industrial Merchant in Cina. Infine, l'aumento della produzione industriale ha guidato la crescita nell'area Africa-Medio Oriente.

Il risultato operativo corrente ha raggiunto 1.256 milioni di Euro. Il margine operativo è leggermente migliorato a 16,6%, supportato da guadagni in efficienza di 138 milioni di Euro per il 1° semestre del 2013, in linea con l'obiettivo annuale. L'utile netto di pertinenza del Gruppo ha raggiunto 752 milioni di Euro, stabile escludendo spese non ricorrenti legate a programmi di adattamento in Europa. Il Cash flow a 1.501 milioni di Euro mostra una nuova crescita del +6,2%.

Benoît Potier, Presidente e CEO del Gruppo Air Liquide, ha affermato: "I risultati operativi del primo semestre 2013 sono positivi ed in linea con le nostre attese. Sono il risultato del miglioramento dell'attività osservato nel 2° trimestre, in particolare grazie alla crescita della Large Industries, dell'Healthcare e delle economie emergenti, oltre che della capacità del Gruppo di controllare i costi e generare efficienze sostanziali.

Gli investimenti industriali e le acquisizioni del Gruppo nel primo semestre del 2013 hanno superato un miliardo di Euro: focalizzati su mercati in crescita, ci consentono di ottenere posizioni di leadership.
Il Gruppo continua ad adattarsi e ad effettuare gli aggiustamenti necessari per rafforzare la sua competitività e perseguire una crescita redditizia nel lungo termine. Salvo peggioramenti del contesto, Air Liquide ritiene di poter realizzare un altro anno di crescita dell'utile netto nel 2013."

Energia, Industria, air liquide