Balzo della produzione in agosto

Metallurgia e macchinari guidano lo sprint della produzione industriale, che nel complesso mostra un incremento del 4,3% sul mese precedente.

10 ott 2011

La flessione della produzione industriale (-0,7%) nel mese di luglio aveva sorpreso in negativo gli analisti, che sono rimasti spiazzati anche rispetto al dato di agosto diffuso oggi dall'Istat, questa volta in positivo: il balzo del +4,3% sul mese precedente è il più alto dal 2000, corroborato dal raffronto sullo stesso mese dell'anno scorso, che evidenza un incremento del +4,7% a parità di giorni lavorativi.

Considerando i primi otto mesi del 2011, la variazione sale così al +1,7%.

I settori più dinamici, nel confronto tendenziale  sono metallurgia e la fabbricazione di prodotti in metallo, esclusi macchine e impianti (+16,8%), altre industrie manifatturiere, riparazione e installazione di macchine ed apparecchiature (+13%) e fabbricazione di macchinari e attrezzature n.c.a. (+12,9%).

Profondo rosso, invece, per il settore delle  industrie tessili, abbigliamento, pelli e accessori, che evidenzia una caduta del -10,1% sullo stesso mese dello scorso anno.

Energia, Edilizia, Alimentare, Movimentazione e logistica, Sicurezza e ambiente, Industria varia, Economia, Produzione industriale, agosto