Barre forate in tecnopolimero

Sono adatte per produrre calandre, boccole, rulli, pattini, tenute, ruote, ingranaggi, seggi di valvole e altri particolari di scorrimento.

08 lug 2011

Nel portafoglio di semilavorati proposti da Ensinger Italia trova posto anche la serie di barre forate Tecast in PA6G, fornite in dimensioni fino a 1250 mm di diametro esterno per tubi ottenuti da colata centrifuga e fino a 2300 mm per quelli ottenuti da colata statica. Sono inoltre disponibili gradi lubrificati (Tecast TM e L) con superiori proprietà di scorrimento.

Grazie al basso livello di tensione interna, che agevola la lavorabilità all'utensile e assicura stabilità dimensionale, le barre si prestano alla produzione di componenti industriali destinati ai settori della meccanica, del packaging, dell'industria delle bevande e della carta, quali calandre, boccole, rulli, pattini, tenute, ruote, ingranaggi, seggi di valvole, particolari di scorrimento.

I prodotti Ensinger possono essere utilizzati in presenza di alte sollecitazioni meccaniche, aggressivi chimici, sterilizzazioni, richiesta di stabilità dimensionale, e richieste di conformità normative, quali FDA, USP VI, ISO 10993, ROHS.  La società tedesca, che ha la sua sede italiana in provincia di Milano, è in grado di fornire anche il servizio di taglio, soluzione che evita sprechi.

Industria varia, Tecnologie & Prodotti, Tecast, Ensinger, barre forate