Bi Esse si affida a Icam per la logistica

Il distributore di materiale elettrico ha scelto il sistema Silo per la gestione della componentistica elettrica.

16 lug 2012

Il distributore di materiale elettrico ha scelto il sistema Silo per la gestione della componentistica elettrica.

Fondata nel 1980 a Fossano, in provincia di Cuneo, Bi Esse si è progressivamente sviluppata sia in Italia che in alcuni Paesi dell'Est Europa, quali Albania, Repubblica Ceca e Romania, imponendo al management un maggiore impegno nella gestione delle attività logistiche.

Oltre all'estensione dell'ambito geografico, le attività nella distribuzione di materiale elettrico comportano complessità nella catena logistica. Si tratta, infatti, di una miriade di prodotti di diversa forma e dimensione,  spesso molto piccoli, che richiedono non solo particolari condizioni di custodia, ma anche una gestione informatica su misura.

La soluzione adottata da Bi Esse  è una struttura modulare costituita da 3 colonne di stoccaggio con 2 baie di lavoro affiancate ad altezza ergonomica (75 cm da terra). Il magazzino si sviluppa su un'altezza complessiva di 8 metri e occupa una superficie di 22,54 mq, con larghezza alla base di oltre 7 metri per una profondità di 3,2 m.

La configurazione è fissa: in presenza di materiali con altezze costanti, ogni vassoio è collocato in una posizione predefinita, consentendo uno sfruttamento  massimo dello spazio disponibile. I vassoi, in tutto 160, hanno una base di 2000x800 mm, con differenti altezze: 150, 200 e 250 mm. All'interno della base del vassoio è possibile ottenere scomparti di diverse dimensioni grazie all'uso di separatori trasversali e longitudinali. La portata è pari a 400 kg per ogni vassoio.

Le UdC del magazzino Bi Esse, sono gestite tramite PC. Il sistema operativo WMS analizza gli ordini e trasmette le informazioni al software di gestione IcamConsole che coordina le operazioni di movimentazione dei vassoi all'interno della macchina garantendo tracciabilità della merce e coordinamento del flusso informativo.

Con capacità di 51 mc, portata massima di 150.000 kg, Silo di Icam assicura non solo elevata produttività in un tempo medio di ciclo semplice pari a 24 secondi, ma anche ed elevata sicurezza grazie a barriere fotoelettriche esterne e una serrandina metallica che impedisce l'accesso durante il funzionamento della macchina.

Grazie a questa soluzione, il distributore piemontese ha raggiunto i suoi obiettivi: far fronte all'elevata competizione basata sui lead time di consegna, rapido invecchiamento dei prodotti, tracciabilità e inadeguatezza degli spazi di stoccaggio e delle condizioni di custodia, gestione centralizzata, informatizzata e integrata utile al coordinamento nelle attività della supply chain e un innalzamento del livello generale del servizio, in termini di reattività alle richieste del mercato.

Movimentazione e logistica, Industria, Bi esse, Icam Silo