Bonomi: "Serve recupero investimenti in Ue"

L'Associazione Orgalime prevede che la produzione del comparto Engineering dell'Unione Europea dovrebbe raggiungere i 1.840 miliardi di euro nel 2013, una cifra leggermente inferiore rispetto a quella rilevata nel 2012.
Quest'anno è iniziato un po' al ribasso, con livelli produttivi pressoché inalterati rispetto al quarto trimestre 2012, il che è già di per sé abbastanza deludente.

04 nov 2013

L'Associazione Orgalime prevede che la produzione del comparto Engineering dell'Unione Europea dovrebbe raggiungere i 1.840 miliardi di euro nel 2013, una cifra leggermente inferiore rispetto a quella rilevata nel 2012.
Quest'anno è iniziato un po' al ribasso, con livelli produttivi pressoché inalterati rispetto al quarto trimestre 2012, il che è già di per sé abbastanza deludente.

Tuttavia, a partire dall'ultimo scorcio del terzo trimestre di quest'anno, si avvertono segnali di un cambiamento ancora allo stato iniziale che farebbe presumere una contrazione del comparto di circa l'1% sulla media in termini reali.

Il Presidente di Orgalime, Sandro Bonomi (foto), in Italia Presidente di ANIMA, Federazione delle Associazioni Nazionali dell'Industria Meccanica Varia ed Affine, ha commentato: "I profondi squilibri finanziari in Europa sia nel pubblico sia nel privato, associati ad un ciclo di investimenti che non ha ancora sortito sviluppi positivi, sono le principali ragioni che stanno dietro alla difficile situazione instauratasi nel corso del 2013. Molti governi dell'UE hanno fatto progressi in termini di consolidamento fiscale e riforme strutturali, ma questo non è sufficiente a consentire la ripresa economica: noi abbiamo bisogno di vedere un recupero degli investimenti del manifatturiero nell'Unione Europea, il che non è ancora avvenuto.

L'UE non è ancora riuscita a creare le condizioni necessarie perché l'Europa torni ad essere il polo attrattivo del manifatturiero in conseguenza della realizzazione di un mercato interno. I politici stanno facendo troppo poco in questa direzione, sia a Bruxelles sia in molti paesi membri. In effetti il manifatturiero nel suo complesso, in termini percentuali di PIL della UE, è passato dal 15,9% del 2012 al 15,1% e la domanda, per la nostra industria, rimane ancora il principale motivo di preoccupazione per molti imprenditori."

Gli investimenti fissi lordi hanno mostrato una certa stabilizzazione nel secondo trimestre 2013 rispetto al primo. Tuttavia in termini annuali si riporta ancora una contrazione del 3,8%. Rimane da vedere se gli investimenti fissi subiranno sviluppi positivi negli ultimi mesi del 2013 e nel 2014.
L'utilizzo della capacità produttiva delle industrie rappresentate da Orgalime si sta stabilizzando ma è tuttora, non considerando i livelli minimi del 2009, ben al di sotto della media nel lungo termine.

Un miglioramento viene dagli ordinativi, aumentati rispetto al primo trimestre 2013, ma per molte aziende sono ancora molto al di sotto dei livelli normali. Tuttavia questo trend positivo si riflette già in alcuni indicatori dei cicli produttivi dell'industria. Per esempio, l'indice del giro d'affari si è posizionato sul 100, e ciò sta ad indicare una prospettiva più ottimistica per il 2014.
Inoltre, la fiducia dei consumatori è aumentata in molti paesi, e ciò fa presumere uno slancio positivo dei settori Orgalime che producono beni di consumo.

Il Direttore Generale di Orgalime, Adrian Harris, ha concluso: "Nonostante le previsioni di aumento del clima di fiducia nel 2014, non possiamo aspettarci miglioramenti sostanziali fintantoché non si verifichi una ripresa del mercato interno dell'UE.  In diversi settori le nostre aziende stanno facendo bene sui mercati di esportazione, ma la concorrenza sui mercati internazionali è molto agguerrita. Molte aziende stanno ancora lottando per avere profitti. Noi dovremmo tenere a mente che è fondamentale ricominciare ad investire e con gli investimenti torneranno crescita e occupazione."

Energia, Edilizia, Alimentare, Movimentazione e logistica, Sicurezza e ambiente, Industria varia, Economia, Orgalime