Bosch in crescita

Le prospettive di crescita nel settore della costruzione di macchine e impianti a livello mondiale continuano a essere positive sul lungo termine.

15 apr 2013

Le prospettive di crescita nel settore della costruzione di macchine e impianti a livello mondiale continuano a essere positive sul lungo termine.

Il fatturato a 6,5 miliardi di euro
La ripresa negli USA compensa la generale contrazione del mercato
370 milioni di euro in R&S
Innovazioni relative all'efficienza energetica e all'interconnessione

Nell'ultimo anno d'esercizio Bosch Rexroth è cresciuta di nuovo, realizzando un fatturato di 6,5 miliardi di euro. Si tratta del valore più alto della sua storia aziendale. In questo modo il fornitore del settore della costruzione di macchine e impianti ha resistito alla riduzione di mercato in Cina e alla recessione in Europa. "Il mercato mondiale dei macchinari, dopo due anni di ripresa turbolenta nel 2010 e nel 2011, ha perso molta dinamicità, in particolare nella seconda metà del 2012", ha dichiarato Karl Tragl,  Presidente di Bosch Rexroth AG, durante la conferenza stampa annuale presso la fiera di Hannover. "Per il 2013 ci aspettiamo sfide importanti. Il trend di crescita a lungo termine dovrebbe comunque essere confermato", ha sottolineato Tragl.

Dopo un ottimo primo trimestre, nel corso del 2012 gli investimenti globali sono notevolmente diminuiti. Probabilmente questa tendenza continuerà fino alla metà di quest'anno e danneggerà il settore della costruzione di macchine ed impianti. Come tutto il settore, anche Bosch Rexroth risente in particolare del rallentamento fatto segnare dalla Cina, dove la domanda di macchine da costruzione è crollata del 40 %. "Durante la crisi nel 2008 e nel 2009, la Cina era ancora il pilastro fondamentale che sorreggeva l'industria dei beni d'investimento. L'anno scorso gli USA hanno ricoperto tale ruolo", ha spiegato Tragl che ha aggiunto: "Come impresa che agisce a livello globale, presente su tutti i mercati chiave, siamo riusciti ad accompagnare questo spostamento della domanda, generando così un picco del fatturato, nonostante la difficile situazione di mercato."

Contemporaneamente la recessione si è nuovamente acutizzata in molti paesi d'Europa. "Mentre in Cina si tratta di una situazione temporanea, in Europa possiamo vedere anche delle ragioni strutturali alla base del lento sviluppo di mercato", ha dichiarato Tragl. A partire dalla seconda metà del 2012 gli ordini sono notevolmente diminuiti: ciò si ripercuoterà sul carico di lavoro degli stabilimenti fino all'anno in corso inoltrato. Alla fine del 2012 il Gruppo Bosch Rexroth impiegava circa 37.500 dipendenti, 18.900 dei quali in Germania. Il carico di lavoro ridotto è attualmente compensato, in alcuni stabilimenti, con delle misure relative agli orari di lavoro, come la riduzione dell'orario di lavoro.

Bosch Rexroth si aspetta una ripresa del settore della costruzione di macchine e impianti a partire dalla prossima estate - ad esempio in Cina. Bosch Rexroth si aspetta inoltre impulsi positivi dagli Stati Uniti, mentre in Europa i rischi della crisi del debito continueranno a influire negativamente sugli investimenti. "Ci aspettiamo perciò per la nostra azienda un 2013 difficile, senza crescita. Tuttavia, partiamo dal presupposto che riusciremo, in questo mercato attualmente stagnante, a conquistare nuove quote di mercato", ha spiegato Tragl.

Nonostante l'attuale congiuntura economica, l'azienda ha investito 370 milioni di euro in ricerca e sviluppo. Ciò corrisponde ad una quota del fatturato del 5,7 %, che è al di sopra della media del settore. In totale, nel 2012 Bosch Rexroth ha investito 678 milioni di euro in nuovi stabilimenti, macchine e impianti. "I nostri investimenti mostrano che Bosch Rexroth è orientata verso il lungo termine e che parte dal presupposto di una nuova crescita nei prossimi anni", ha affermato Tragl.

L'anno scorso Bosch Rexroth ha aperto nella città cinese di Wujin un nuovo stabilimento con 1.200 dipendenti, che dispone anche di un centro di ricerca e sviluppo locale. "I nostri clienti in Cina hanno recepito positivamente il fatto che non ci facciamo confondere dalle puntuali oscillazioni congiunturali e che, anche in tempi difficili, rimaniamo dalla loro parte", dichiara Tragl. Nella città indiana di Ahmedabad è stata avviata, l'anno scorso, la costruzione di un nuovo stabilimento che ha sostituito e ampliato i padiglioni precedentemente affittati. Inoltre, è stata raddoppiata la superficie produttiva dello stabilimento statunitense Fountain Inn.

Soluzioni innovative per una maggiore efficienza energetica

La maggior efficienza energetica e la crescente interconnessione sono le tendenze principali che influenzeranno in maniera decisiva lo sviluppo tecnico della costruzione di macchine e impianti. La risposta dell'azienda è la filosofia sistemica 4EE di Rexroth per una maggiore efficienza energetica, nella quale si studia e si riduce il fabbisogno energetico non solo dei singoli impianti, ma dell'intero sistema. Inoltre, il punto chiave dell'azienda risiede nello sviluppo di componenti e soluzioni di sistema efficienti dal punto di vista energetico. Dall'altro lato, gli innovativi concetti di manutenzione aumentano, ad esempio, la disponibilità degli impianti eolici.

Un Condition Monitoring-System di Rexroth non solo riconosce in maniera affidabile se si è formato del ghiaccio sulle pale del rotore, ma anche quando il ghiaccio si è sciolto e se l'impianto può essere rimesso in funzione. In precedenza, i tecnici di ogni impianto dovevano verificare caso per caso la presenza di ghiaccio e riaccendere manualmente l'impianto. Grazie al sistema certificato di Rexroth, gli impianti eolici possono essere avviati automaticamente, fornire energia più velocemente nonché sviluppare una maggior efficacia.

Anche sul tema principale della Hannover Messe, ovvero l'"Integrated Industry", l'impresa si colloca all'apice dello sviluppo tecnologico. "Dal nostro punto di vista i produttori di macchinari sono, con il loro straordinario know how in materia di processi e di engineering, i leader di questo settore", ha sottolineato Tragl. Per questo motivo Bosch Rexroth getta un ponte fra automazione PLC e IT -  due mondi di engineering, finora separati - consentendo maggiore libertà nell'engineering del software, integrando anche  dispositivi mobili come smartphone e tablet. I produttori di macchinari possono, grazie ai nuovi sviluppi nelle funzioni software, creare e connettere tra loro, in maniera più semplice, diversi settori aziendali.

Industria varia, Tecnologie & Prodotti, Bosch