Certificati bianchi, opportunità per le aziende

FIRE e Isnova organizzano un convegno il 21 e 22 marzo a Milano dal titolo: "Certificati Bianchi: Titoli di Efficienza Energetica a portata di mano".

22 feb 2012

FIRE e Isnova organizzano un convegno il 21 e 22 marzo a Milano dal titolo: "Certificati Bianchi: Titoli di Efficienza Energetica a portata di mano".

L'incontro si propone come un momento informativo e di confronto sulle principali novità introdotte dalla delibera EEN 9/11 dell'AEEG. In particolare - spiegano gli organizzatori - è ora più semplice presentare progetti, anche se la principale novità riguarda la presenza di coefficienti moltiplicativi che rendono l'incentivo molto più interessante economicamente.

Per le imprese pubbliche e private si aprono opportunità  di migliorare i business plan degli interventi di efficientamento energetico; è si puà ottenere l'incentivo anche su progetti già realizzati negli ultimi tre anni, almeno per alcune categorie di interventi.

Nel corso del convegno, che si terrà presso il Palazzo delle Stelline a Milano, si farà il  punto della situazione e si forniranno consigli operativi; un'area espositiva in prossimità delle sale conferenze consentirà ai partecipanti di incontrare distributori ed ESCo, per trovare partner che li aiutino nella presentazione di domande di incentivo.  Inoltre - segnalano gli organizzatori - è prevista un'intera sessione di question time con l'Autorità, l'ENEA e l'RSE che risponderanno alle domande del pubblico. Una sessione ad accesso ristretto sarà dedicata ad avviare con sostenitori e stakeholder la preparazione di nuove schede o linee guida.

La partecipazione alla Conferenza, patrocinata da AssoEsco, ENEA, FederUtility e GME, è gratuita, ad eccezione degli incontri di approfondimento previsti nel pomeriggio della seconda giornata.
Per informazioni e  iscrizioni: www.certificati-bianchi.com.

I certificati bianchi. I Decreti Ministeriali del 20 luglio 2004 e loro successive modificazioni e integrazioni, hanno il fine di promuovere interventi di miglioramento dell'efficienza energetica presso gli utenti finali attraverso l'implementazione e la regolazione di un meccanismo di mercato di titoli attestanti le riduzioni nei consumi.
Il meccanismo si fonda sull'obbligo imposto alle aziende distributrici di energia elettrica e gas naturale con più di 50.000 clienti finali di rispettare degli obiettivi di riduzione dei consumi energetici. Tali "risparmi" possono essere ottenuti attraverso interventi realizzati presso gli utenti finali e sono valutati in fonti primarie utilizzando come unità di misura la "tonnellata equivalente di petrolio" (tep), che corrisponde a circa 1.200 m3 di gas naturale o a 5.350 kWh elettrici.
La certificazione dei risparmi energetici conseguiti viene attestata attraverso l'emissione di appositi certificati: i Titoli di Efficienza Energetica (TEE) detti anche certificati bianchi. Pressoché ogni progetto che comporti una razionalizzazione dei consumi finali di energia può essere ammesso al meccanismo, dagli impianti di illuminazione alle caldaie, dai pannelli solari termici alla cogenerazione, dai motori elettrici agli interventi sui processi industriali. I TEE sono negoziabili su un mercato elettronico gestito dal GME o mediante accordi tra le parti.

Energia, Edilizia, Industria, Certificati Bianchi, Fire, Isnova, EEN 9/11