Gianfranco Tonti Presidente di Confindustra Pesaro e Urbino

L'elezione si è svolta a Palazzo Ciacchi lo scorso  30 settembre, nel corso dell'Assemblea privata.

02 ott 2013

Il nuovo presidente di Confindustra Pesaro e Urbino è Gianfranco Tonti, 68 anni, presidente di IFI Spa di Tavullia.

L'elezione è avvenuta lo scorso 30 settembre, con voto plebiscitario nel corso dell'assemblea privata, che si è svolta a palazzo Ciacchi.

Tonti succede a Claudio Pagliano e resterà in carica per il quadriennio 2013-2017. I soci di Confindustria – accogliendo la proposta del neo presidente – hanno confermato Corinna Sperandini (Superleggera srl. di Fano) e Gian Marco Scavolini (Scavolini Cucine spa di Montelabbate) come vice presidenti: andranno ad affiancare Arturo Romani e Federico Ferrini, che siedono nel comitato di presidenza rispettivamente come presidente della Piccola Industria e presidente del Gruppo Giovani Imprenditori.

Quanto alle priorità, Tonti ha spiegato che intende "proseguire il lavoro già avviato dal presidente Pagliano", attraverso "il massimo coinvolgimento degli organi direttivi e degli associati".

Tra le iniziative in cantiere, il presidente Tonti intende coinvolgere le aziende "che hanno buone performance all'estero per acquisire tutti gli elementi più importanti per migliorare la situazione di coloro che non riescono ad andare oltre i confini nazionali". Sul fronte interno, infine, Tonti continuerà a lavorare sul tema organizzativo, "nella convinzione che una semplificazione della nostra struttura possa aiutare ulteriormente gli imprenditori".

Nato a Cattolica nel 1945, Tonti entra all'Ifi nel 1967, all'età di 22 anni. In rapida sequenza, viene chiamato a occuparsi di contabilità, amministrazione, finanza e acquisti, prima di essere nominato responsabile vendite nel 1974. Dirigente industriale dal 1981, assume la direzione generale nel 1984.

Nel 2011, assume la presidenza dell'Adi (Associazione per il Disegno industriale), delegazione Marche, Abruzzo e Molise. Nello stesso anno viene nominato Marchigiano ad honorem per aver contribuito con il proprio operato allo sviluppo del territorio marchigiano.

Industria varia, Poltrone, IFI