Il libretto formativo: responsabilità sociale

Il 15 maggio (ore 10,30) la Tavola rotonda promossa da AssoMec e FormaMec,in sede ANIMA. Saranno presentati i risultati del progetto sulla certificazione delle competenze formative, illustrando lo stato dell'arte, gli aggiornamenti normativi e le prospettive di applicazione diretta da parte delle imprese.

13 mag 2013

Il 15 maggio (ore 10,30) la Tavola rotonda promossa da AssoMec e FormaMec,in sede ANIMA. Saranno presentati i risultati del progetto sulla certificazione delle competenze formative, illustrando lo stato dell'arte, gli aggiornamenti normativi e le prospettive di applicazione diretta da parte delle imprese.

Il 15 maggio (ore 10,30) la Tavola rotonda promossa da AssoMec e FormaMec, in collaborazione con Riconversider, Ial e Fondimpresa, organizzata nella sede ANIMA di via Scarsellini, con l'obiettivo di condividere con istituzioni (amministrazione regionale), parti sociali (datoriali e sindacali), e soggetti tecnici (enti accreditati) gli elementi di governance e le procedure per certificare le competenze dei lavoratori e delle lavoratrici attraverso il libretto formativo.

Saranno presentati i risultati del progetto sulla certificazione delle competenze formative, illustrando lo stato dell'arte, gli aggiornamenti normativi e le prospettive di applicazione diretta da parte delle imprese.

"I l libretto formativo e la certificazione delle competenze: il ruolo delle imprese", è la pubblicazione  che offre elementi di riflessione sull'attuale sistema di articolazione della domanda formativa, e sulle sperimentazioni in atto per la certificazione delle competenze attraverso il libretto formativo.

La riflessione intende sollecitare l'emersione di elementi di convergenza e soluzioni operative per certificare le competenze dei lavoratori e delle lavoratrici delle piccole e medie imprese manifatturiere. Ciò al fine di condividere soluzioni attivabili presso le imprese poco strutturate, per evitare che anche la certificazione delle competenze e il libretto formativo siano strumenti che accumulano condizioni di svantaggio per i soggetti con interessi recessivi nel sistema (le Pmi manifatturiere).

Interverranno l'Assessore Formazione Istruzione Lavoro Regione Lombardia Valentina Aprea, l'Amministratore delegato IAL LombardiaMAtteo Berlanda, Barbara Pigoli, direttore di FormaMec, Elena Righetti Ricercatrice Istituto Italiano di Valutazione, oltre a rappresentanti di CGIL, CISL e UIL.

Energia, Edilizia, Alimentare, Movimentazione e logistica, Sicurezza e ambiente, Industria varia, Ricerca & Sviluppo, assomec