Il petrolio egiziano affidato all'Italia

Technip Italy realizzerà la più grande raffineria di petrolio in Egitto, convertirà fino al 70 per cento del grezzo prodotto nel paese.

21 giu 2013

Un'impresa italiana è di nuovo protagonista nel panorama internazionale degli affari. La Technip Italy Spa ha firmato un contratto con l'egiziana Soukhna refinery and petroleum company, per la realizzazione della piu' grande raffineria del paese ad Ain-Sokhna (a circa 120 chilometri a est del Cairo).

Alla cerimonia hanno partecipato i vertici del ministero del Petrolio e dell'ente petrolifero di stato Egp, con il presidente e amministratore delegato Tarek El-Barkatawy; i rappresentanti delle societa' egiziane partner di Technip per questo progetto, i finanziatori internazionali, l'amministratore delegato di Technip Italy spa, Marco Villa, accompagnato dai manager responsabili del progetto, e l'ambasciatore italiano al Cairo, Maurizio Massari.

Il contratto prevede la realizzazione della più grande raffineria (con predisposizione per sistema integrato con impianti petrolchimici) in Egitto, per la conversione di una quota fino al 70 per cento del grezzo prodotto nel paese. Tehcnip ha una presenza consolidata in Egitto sin dagli anni Ottanta, ed ha gia' realizzato una prima raffineria ad Alessandria. La commessa rappresenta un segnale molto incoraggiante per il consolidamento della presenza economica italiana nel paese, e dimostra ancora una volta l'eccellenza dei gruppi italiani operanti nel settore Oil & Gas.

 

(Fonte: Ministero Affari Esteri)

Foto, raffineria Technip in Polonia (technip.com)

Energia, Industria varia, Industria