Il risparmio inizia dai cuscinetti

Quelli messi a punto da NSK, destinati a motori ad alta efficienza, possono dimezzare le perdite di attrito e ridurre i consumi.

11 apr 2012

Sono disponibili sul mercato i nuovi cuscinetti a risparmio energetico NSK, progettati per dimezzare le perdite di attrito, contribuendo così a ridurre il consumo elettrico dei motori ad alta efficienza.

I cuscinetti si caratterizzano per una perdita di attrito contenuta, anche del 50% rispetto ai prodotti standard grazie ad un'ottimizzazione del design. La minore perdita di attrito consente inoltre di operare a temperature inferiori, aumentando l'affidabilità dei dispositivi. I prodotti sono  conformi non solo agli standard di efficienza JIS dei motori, ma anche ai rigidi standard IE3 e IE4 definiti dalla IEC.

I motori concorrono al 75% dei consumi di energia a livello industriale e, per questa ragione, sono state adottate normative internazionali in tema di efficienza energetica. Nel 2008, la Commissione Elettrotecnica Internazionale ha definito gli standard internazionali di efficienza dei motori.
Secondo alcuni studi, circa il 90% dei problemi di perdita di efficienza è dovuto alla perdita nel ferro, nel rame e alla perdita per trascinamento, mentre quella meccanica dovuta all'attrito del cuscinetto rappresenta solamente il 10%.  Nei prossimi anni, con l'introduzione degli standard di efficienza IE3 ed IE4, crescerà la richiesta di cuscinetti con una perdita di attrito ridotta.

Industria varia, Tecnologie & Prodotti, NSK, cuscinetti