La produzione industriale rallenta a novembre

Lieve incremento rispetto a ottobre, ma in flessione del 4,1% sullo stesso mese dello scorso anno. Nei primi 11 mesi del 2011 produzione ferma rispetto al 2010.

12 gen 2012

I dati sulla produzione industriale relativi novembre 2011 evidenziano una lieve crescita su ottobre (+0,3%) e una flessione del 4,1%, a parità di giorni lavorativi, sullo stesso mese dell'anno precedente  come risultato di un calo tendenziale che ha interessato tutti i raggruppamenti: -4,6% per i beni intermedi, -4,5% per i beni strumentali, -4,4 % per l'energia e -3,1% per i beni di consumo. Considerando i primi undici mesi dello scorso anno, rileva l'Istat, la produzione industriale mostra un andamento pressoché analogo a quello del 2010, con la crescita ferma al +0,1%.

Rispetto a novembre 2010, gli unici settori dell'industria in crescita risultano l'attività estrattiva (+12,4%), la fabbricazione di prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici (+2,7%) e la fabbricazione di macchinari n.c.a. (+2,1%). Tra i settori in calo, quelli mostrano le diminuzioni tendenziali più ampie sono la fabbricazione di apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche (-13,6%) e la fabbricazione di computer, prodotti di elettronica e ottica, apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi (-12,8 %).

La tendenza verso un rallentamento dell'attività industriale è confermata anche a livello europeo: a novembre la produzione industriale è infatti scesa dello 0,1% sia nell'Eurozona che nella UE27, dopo due mesi di segni negativi ( -0,3% a ottobre e -2,0% a settembre).

Energia, Edilizia, Alimentare, Movimentazione e logistica, Sicurezza e ambiente, Industria varia, Economia, Istat, Produzione industriale