Made in Steel, parola alle associazioni ANIMA

Si chiudono oggi i battenti di Made in Steel, punto d'incontro della filiera dell'acciaio, che ha visto tra gli attori principali tre associazioni, federate ad ANIMA, quali Aisem, Cicof, Ucc protagoniste della tematica per il loro know-how.

05 apr 2013

Si chiudono oggi i battenti di Made in Steel, punto d'incontro della filiera dell'acciaio, che ha visto tra gli attori principali tre associazioni, federate ad ANIMA, quali Aisem, Cicof, Ucc protagoniste della tematica per il loro know-how.

Sollevamento, forni industriali e caldareria sono i tre settori tutelati dalle rispettive associazioni che hanno movimentato i giorni di fiera con la vasta presenza presso lo stand istituzionale e i workshop e seminari realizzati su tematiche tecniche utili alle aziende.
Aisem, presente a Made in Steel per la prima volta così come Ucc,  ha organizzato un seminario dal titolo "Sicurezza e manutenzione degli apparecchi di sollevamento", un tema molto caldo per gli addetti del settore.
Cicof, presente a Made in Steel per la terza edizione, ha colto l'opportunità di accrescere la  sua visibilità  al pubblico del settore siderurgico.
Il flusso di visitatori anche stranieri, risulta positivo, indice di un risveglio del mercato, almeno per quanto riguarda i settori rappresentati in ANIMA.

"Aisem è nuova a Made in Steel, in quanto finora non considerata fiera di riferimento per noi  – ha commentato Pietro Almici, Presidente di Aisem (foto Redazione) -  In realtà questa  è stata per noi una grande opportunità, soprattutto il Convegno che Aisem ha promosso ieri su sicurezza, manutenzione e formazione relativamente agli apparecchi di sollevamento e di movimentazione. Grande interesse di pubblico e un'utile occasione per far conoscere meglio la realtà della nostra associazione, particolarmente impegnata nella realizzazione di linee guida per l'utilizzo dei macchinari, così da garantire ai consumatori la sicurezza dei macchinari prodotti dalle aziende che Aisem rappresenta. Un'esperienza da ripetere per dare nuovo impulso alla crescita del settore".

Il Presidente di Cicof, Michele Bendotti (foto Redazione), ha dichiarato: "Cicof è una veterana di Made in Steel, ma l'edizione di quest'anno, con il trasferimento a Milano, nel cuore dell'industria italiana, ha portato una ventata di novità e di internazionalità: tanti i visitatori stranieri, tante le occasioni per le aziende associate Cicof  espositrici in fiera per consolidare rapporti  e portare avanti discorsi già iniziati. La crisi purtroppo si fa ancora  sentire e la produzione di forni rimane ancora ridotta ma la speranza al momento presente viene dall'estero, e questa fiera ha costituito per il nostro settore una grande opportunità di ripresa".

"Esperienza complessivamente positiva – ha commentato il Presidente di UCC, Luca Pellizzer (foto Redazione) –  questo è il bilancio che posso dare della nostra presenza a Made in Steel. La nostra associazione ha suscitato interesse da parte di esponenti  di settori  che ruotano intorno al mondo della caldareria, interessati anche ai servizi che possiamo offrire. L'impressione generale che ho potuto raccogliere è stata un ritorno di ottimismo, la rinnovata volontà delle aziende di rimettersi a fare delle cose a dispetto della situazione stagnante che sta vivendo il mercato domestico. Questa fiera ci ha permesso di fare il punto della situazione attuale ed è stata utile anche per questo aspetto".

 

"Apparecchi di sollevamento e movimentazione; sicurezza, manutenzione e formazione", il convegno organizzato da AISEM ha avuto luogo il 4 aprile allo speaker corner di Made in Steel

Edilizia, Movimentazione e logistica, Industria varia, Industria, UCC, AISEM, CICOF