MAP: tecnologia italiana in Germania

Magaldi ha fornito il Magaldi Ash Postcombustor alla centrale termoelettrica RWE di Gersteinwerk a Werne.

10 lug 2012

Magaldi ha fornito il Magaldi Ash Postcombustor alla centrale termoelettrica RWE di Gersteinwerk a Werne.

Installato in sostituzione di un tradizionale sistema ad umido, MAP provvede all'estrazione delle ceneri e alla postcombustione controllata dei residui incombusti da CDR, completando il processo.  Grazie alla postcombustione dei residui di CDR, si ottiene un significativo recupero di energia termica alla caldaia, pari a circa 10 MWt, che aumenta l'efficienza del generatore e rende possibile la produzione aggiuntiva di 4 MWe di energia elettrica, altrimenti perduti. Vengono inoltre smaltiti rifiuti altrimenti destinati alla discarica.

La Centrale RWE di Werne, a ciclo combinato, è una delle più moderne oggi in funzione: l'unità K viene alimentata in co-combustione con carbone e CDR. L'energia ottenuta da CDR è pari al 10% del totale.

"La tecnologia MAP nasce dall'esperienza maturata in 60 anni con i nastri trasportatori in ambienti ad alta temperatura - spiega Mario Magaldi, presidente del Gruppo Magaldi - E' una sorta di forno lineare in movimento che prende le ceneri dalla grande caldaia e le continua a far bruciare a 800-900 gradi, consentendo risparmi energetici evidenti, oltre a rappresentare un'ottima alternativa per il trattamento del CDR e ridurre l'impiego di carbone".

Il Gruppo Magaldi di Salerno progetta e realizza impianti industriali per il trasporto di materiali ad alta temperatura, utilizzati in particolare per centrali termoelettriche a carbone, co-combustione di biomasse e CDR (Combustibile Derivato dai Rifiuti), industrie cementiere, acciaierie, fonderie, automotive e miniere.

Energia, Tecnologie & Prodotti, MAP, Magaldi, RWE