Ms Marmomacc Samoter Africa and Middle East un successo

Prima edizione della manifestazione di Veronafiere in Egitto dedicata all'industria della pietra naturale e delle macchine da cava e da cantiere.

23 dic 2014

Il primo ponte per unire i mercati del settore costruzioni sulle due sponde del Mediterraneo è stato lanciato.

Il Cairo, la prima edizione di MS Marmomacc Samoter Africa and Middle East, la nuova rassegna di Veronafiere che porta in Nord Africa la filiera del marmo e delle macchine da cava e da cantiere.

Un debutto che ha visto, al Cairo International Convention and Exhibition Centre, la partecipazione di 3mila operatori specializzati con delegazioni ufficiali da 16 nazioni del continente africano, Medio Oriente ed Europa. I buyer hanno preso parte ad una serie di incontri B2B con più di 120 aziende espositrici da Egitto, Italia, Cina, India, Turchia, Russia e Polonia, senza dimenticare il programma di eventi di formazione e aggiornamento.

L'Egitto rappresenta una porta d'accesso naturale per tutti i mercati dell'Africa e del vicino Medio Oriente e, con 12 miliardi di dollari di investimenti previsti solamente per i lavori di raddoppio del Canale di Suez, ci sono ottime opportunità per le aziende del building che internazionalizzano il proprio business.

"Proprio da queste considerazioni – spiega Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere –, tre anni fa, è nato il progetto di MS Marmomacc Samoter Africa and Middle East che ci ha visto lavorare a fianco dei nostri partner egiziani Art Line ed Expolink, e con il supporto fondamentale delle istituzioni.

Il direttore Mantovani, membro del Business Council Italo-Egiziano, ha incontrato a Il Cairo Mounir Fakhry Abdel Nour, ministro egiziano per l'Industria e il Commercio che nel 2013, a Veronafiere, compì la prima visita ufficiale all'estero durante Marmomacc, fiera internazionale di marmi, tecnologie e design. 

"I nostri rapporti con le istituzioni egiziane sono molto buoni – ha commentato a margine dell'incontro riservato Mantovani –. Questo ci permette di guardare con ottimismo al nostro futuro rafforzamento nell'area, vagliando ulteriori partnership in settori per noi strategici come l'agricoltura, l'agrimeccanica e il food".

Edilizia, Economia, Samoter