Pangborn Europe compie mezzo secolo

Nel 2012 fatturato più che raddoppiato rispetto a due anni fa per l'azienda di Caronno Pertusella fondata nel 1962.

25 set 2012

Pangborn Europe ha festeggiato i primi cinquant'anni di attività con un occhio al passato e uno al futuro, anche grazie ai buoni risultati conseguiti negli ultimi due anni. La società di Caronno Pertusella attiva nella progettazione, costruzione ed installazione di macchine per la fonderia e per il trattamento di superfici metalliche stima infatti di chiudere l'esercizio 2012 con fatturato superiore del 110% rispetto al 2010 e un incremento occupazionale del 10%.

Risultati ottenuti grazie al traino dei mercati internazionali, come ad esempio la fornitura, nel 2011, di attrezzature per gli stabilimenti polacchi e cinesi della Brembo, che in quei Paesi ha i più grandi impianti continui al mondo per la produzione di dischi freno. Un altro traguardo è stata la firma, quest'anno in Cina, del contratto per la più grande linea di trattamento dei coils di acciaio inossidabile al mondo.
 "Occorre lavorare, lavorare duro senza scoraggiarsi perché le leve ci sono: i nostri dipendenti, la voglia di fare, l'innovazione, le idee", ha dichiarato  il Direttore Generale di Pangborn Europe, Renzo Boarino, in occasione dei festeggiamenti.

La storia inizia nel 1962 quando a Caronno Pertusella nasce, con un capitale sociale di 15 milioni di lire, la Società Fondermatica, ribattezzata nel 1965 Pangborn Europe. Oggi l'azienda milanese progetta e fornisce linee complete, incluso ogni tipo di sistema per la movimentazione dei pezzi da trattare, per qualsiasi processo produttivo che richieda operazioni di granigliatura e pallinatura, rifornendo in tutto il mondo le principali industrie dei settori delle fonderie e forge, delle acciaierie, dell'automotive, dell'energia, dell'aerospazio, della smaltatura, della pallinatura, della carpenteria, dell'industria ferroviaria, della cantieristica navale, dell'alluminio, della difesa. Il 20% delle vendite è realizzato in Italia, mentre l'80% è frutto di esportazioni in 42 diversi Paesi.

Tra i clienti che l'azienda può vantare nella sua lunga storia ci sono Gruppo Fiat, acciaierie Italsider, cantieri navali Fincantieri, oltre a grandi fonderie come la Breda di Bari e la Necchi di Pavia.

Seguici anche su Twitter: @indmeccanica

Industria varia, Industria, Pangborn Europe