Prorogata fino al 31 dicembre 2016 la tariffa D1 per le pompe di calore

Intervento avviato dall'AEEGSI per la riforma delle tariffe elettriche

04 dic 2015

L'Autorità per l'energia elettrica il gas e il sistema idrico AEEGSI ha deliberato in merito alla riforma delle tariffe elettriche. La Delibera 582/2015/R/eel del 2 dicembre 2015 stabilisce che la nuova struttura tariffaria TD entri in vigore in maniera graduale dal 1° gennaio 2016, andando pienamente a regime nel 2018.

«Siamo soddisfatti» ha dichiarato Alessandro Riello, Presidente di Assoclima Costruttori Sistemi di Climatizzazione «perché, come auspicato, l'Autorità è rimasta fedele all'impostazione delineata nell'ultimo documento di consultazione e ha varato la versione definitiva della riforma delle tariffe elettriche per i clienti domestici optando per l'ipotesi di rimodulazione già indicata come TD. Siamo doppiamente soddisfatti perché sono state recepite le nostre preoccupazioni per il transitorio e, in coerenza con il percorso di gradualità e in parallelo alla riforma, è stato esteso al 31 dicembre 2016 il periodo di sperimentazione dell'attuale tariffa volontaria D1 per le pompe di calore, con la possibilità di una sua estensione ad altri clienti domestici. Dovremo ovviamente attendere il 2018 per avere una struttura tariffaria non progressiva, uguale per tutti i clienti domestici. Seguiremo quindi con molta attenzione il percorso di attuazione di questo primo intervento di riforma che prende il via il primo gennaio 2016».

Vista la progressività dell'intervento, Assoclima reputa però già ora necessario prevedere un'ulteriore proroga della D1 nel 2017. «Questo perché solo dal 1° gennaio 2018 – sottolinea Riello – la riforma sarà a regime e avremo finalmente la possibilità di valutare se la nuova tariffa TD lineare potrà sostituire quella sperimentale attualmente in vigore per le pompe di calore».

 

 

 

Energia, Ambiente & Sicurezza, Assoclima