Sicurezza strade, approcci contemporanei

Catene da neve, sicurezza su ghiaccio. Questo e altro durante i focus nel corso di Truckemotion 2013.

16 ott 2013

Catene da neve, sicurezza su ghiaccio. Questo e altro durante i focus nel corso di Truckemotion 2013.

Monza - Il 90% degli incidenti stradali derivano da errori umani. Il 30% da aspetti ambientali e solo il 10% dipendono dal veicolo, a testimonianza di come la tecnologia si sia evoluta. È sul 90% che si dovrà lavorare, strettamente legato al 30% (come si nota dalla somma delle parcentuali, infatti, spesso le due cause sono corresponsabili) limitando i rischi attraverso misure di prevenzione e protezione, che non solo abbattono i rischi ma generano valore per l'azienda.

Se ne è parlato a Truckemotion, la manifestazione rivolta al mondo dei veicoli da trasporto e lavoro (Autodromo di Monza, 11-13 ottobre), all'interno della quale operatori ed esperti del mercato si sono incontrati per confrontarsi sulle più importanti tematiche del settore.

Durante il superfocus dedicato alla sicurezza, "Sicurezza: gli approcci contemporanei", riflettori puntati sulla necessità di una visione integrale sulla sicurezza, capace di rintracciare i settori maggiormente coinvolti nello sviluppo e nell'implementazione di sistemi e procedure di prevenzione degli incidenti. Fra i relatori Alberto Guidotti, Presidente di Assocatene (Associazione italiana fabbricanti catene per la circolazione di veicoli): «Con forti nevicate le catene evitano costi e blocchi del traffico» ha spiegato presentando l'attività dell'associazione, «è la soluzione più sicura per veicoli per muoversi con neve e ghiaccio». 

Al contrario le calze da neve non sono equiparabili alle catene da neve. Ad oggi non risultano variazioni, né tantomeno annullamenti, della legislazione vigente, cioè del Codice della Strada (DM 2011) ove si specifica che "i dispositivi utilizzabili in presenza di segnali di obbligo devono essere omologati ai sensi della norma UNI 11313 o della austriaca  ON V5117".

La sentenza del Tar del Lazio, depositata lo scorso 28/6/2013, ha annullato una semplice nota esplicativa della Direzione Generale della Motorizzazione che ha risposto alla richiesta di riconoscere che l'utilizzo di Calze da neve omologate secondo la norma ON v5121 sia equivalente all'utilizzo delle Catene da neve omologate secondo le uniche due normative previste dal Codice della Strada, ovvero la ON v5117  e la UNI 11313.

Al fine di evitare ulteriori turbative di mercato, Assocatene procederà immediatamente a opportune azioni legali, ove se ne presentasse la necessità così come se dovesse continuare la campagna di disinformazione a discapito dell'utilizzo delle Catene da neve e della sicurezza della circolazione, attuata diffusamente in questi mesi sulle principali testate di settore e no.

Sicurezza e ambiente, Industria, Assocatene