Siderweb presenta i Bilanci d'Acciaio

Aumento del rischio e problema-redditività, internazionalizzazione e innovazione

31 ott 2014

Aumento del rischio e problema-redditività, internazionalizzazione e innovazione: questi i temi emersi  il 29 ottobre a Brescia, al convegno Siderweb.

All'interno dell'evento sono stati presentati i risultati dello studio sulle performance economico-finanziarie della filiera dell'acciaio nel 2013: Claudio Teodori (Università degli Studi di Brescia) ha preso in esame le performance dell'ultimo triennio, segnalando che «il grado di rischio operativo tende a peggiorare» e che il peso economico dell'indebitamento «aumenta in modo evidente». Ciò è dovuto alla «perdita di marginalità nell'attività tipica». E proprio sulla (mancata) marginalità si è concentrata la presentazione di Gianfranco Tosini (Centro studi di Siderweb), il quale ha spiegato come questo sia un problema globale del settore e come l'Europa sia il «malato più grave». Per quanto riguarda l'Italia, «in alcuni comparti, specialmente i piani, gli operatori soffrono maggiormente rispetto ai concorrenti continentali, mentre nei lunghi la situazione appare migliore e nei tubi le performance sono nettamente al di sopra della media europea».

Nella tavola rotonda che ha animato la seconda parte dell'evento (con la partecipazione di Andrea Bassanino – Ey, Ernesto De Martinis – Coface Italia, Maurizio Faroni – Banco Popolare, Franco Polotti – Ori Martin, Lodovico Bussolati – Sdf e Francesco Manni – Gruppo Manni), invece, il focus è stato su internazionalizzazione, innovazione e finanza. «Non si può esportare acciaio oltre certe distanze, a causa del basso valore aggiunto della materia, ma si possono esportare persone e know-how» ha spiegato Francesco Manni. «Per questo il nostro gruppo sta procedendo all'internazionalizzazione». Franco Polotti, invece, ha sottolineato che pur avendo aumentato l'export «per rilanciare i consumi interni bisogna ridare centralità alla produzione e ridurre la disoccupazione». Per ciò che concerne l'innovazione, Bassanino ha confermato che «l'innovazione è tale solo se è distintiva e concertata con il cliente», mentre sul versante finanziario De Martinis ha rilevato «una decisa diminuzione degli insoluti in Italia nei primi 9 mesi del 2014 rispetto al medesimo periodo del 2013». Faroni ha dichiarato di aver percepito miglioramenti, sempre rispetto al 2013, in due settori: «la liquidità del sistema e la chiarezza sui requisiti patrimoniali del sistema bancario».

Nel corso dell'evento sono stati premiati i migliori bilanci 2013 di cinque aziende della filiera.

Industria varia, Industria, siderweb