Stazioni di pompaggio antincendio: la sicurezza passa dalla manutenzione

Il punto di Assopompe e Uman

17 mar 2016

g.p.

Molti fattori possono compromettere l'affidabilità di una stazione di pompaggio antincendio: una scarsa ventilazione del locale, l'elevata umidità o un errato ancoraggio dell'unità. Èperciò  importante  eseguire una corretta manutenzione, nel rispetto delle norme e di tutte le leggi. Assopompe e Uman hanno deciso di mettere assieme le proprie competenze e specificità per contribuire all'innalzamento della conoscenza e della professionalità di chi opera per mantenere in efficienza questi sistemi.

«Personale competente e qualificato, aziende strutturate, rispetto dei tempi e dei modi per la corretta manutenzione: tutto ciò è fondamentale per garantire nel tempo la funzionalità e l'efficienza di tutto il sistema» spiega Stefano Rossi, Vice Presidente Uman all'incontro "Stazioni di Pompaggio Antincendio: installazione e manutenzione" organizzato a Mce 2016.  «La norma di riferimento, revisionata da pochissimo, è la UNI EN12845, che oltre a trattare la progettazione e l'installazione fornisce, in combinazione con l'indicazione del fabbricante, le indicazioni per una corretta manutenzione».

«Esistono nozioni propedeutiche sulla corretta manutenzione che il manutentore deve poter fare sull'impianto. La normativa infatti pone alcuni vincoli, a partire dal dimensionamento fino alle caratteristiche che il locale tecnico deve avere, dando la possibilità al manutentore di verificare se l'installazione a 360 gradi è stata effettuata in maniera corretta» ha dichiarato invece Andrea Spigaroli, referente antincendio commissione tecnica Assopompe. Considerato tutto questo Assopompe e Uman hanno intrapreso un percorso con il quale sono state gettate le basi per la certificazione delle conoscenze, abilità e competenze del tecnico manutentore di stazioni di pompaggio. 

Edilizia, Industria, animalounge, mce2016, #pertuttelestagioni