Think smart, edilizia intelligente

 

Oggi al Mipim di Cannes Ice e Federcostruzioni/ANIMA con l'obiettivo di affrontare la competizione internazionale con un sistema paese a servizio delle imprese.

Verrà presentato inoltre il Piano Città e numerosi report che toccano temi dell'edilizia italiana.

12 mar 2013

c.f.

"Un sistema paese al servizio delle imprese per affrontare al meglio la competizione internazionale". Con questo obiettivo Ice e Federcostruzioni/ANIMA si presentano oggi (per la prima volta insieme) al  Mipim di Cannes, la più importante fiera internazionale dell'immobiliare.

La manifestazione – quest'anno intitolata "Think smart. Build value" – mira ad illustrare le soluzioni più innovative, sul fronte dell'edilizia sostenibile e delle tecnologie costruttive "intelligenti"; riunisce gli attori più influenti di tutti i settori immobiliari internazionali - ufficio, residenziale, vendita al dettaglio, sanità, sport, logistica e industriale - offre accesso al maggior numero di progetti di sviluppo in tutto il mondo e le fonti di capitale.

La collaborazione di quest'anno fra associazioni d'imprese e istituzioni rappresenta un impegnativo banco di prova per il settore italiano dell'edilizia.

***

Il Mipim sarà inoltre la passerella internazionale per presentare il "Piano Città" approvato dal Governo agli investitori esteri.

Ben 457 Comuni italiani avevano risposto, alla scadenza del 5 ottobre, al bando ministeriale di fine agosto per poter cogliere i finanziamenti offerti dal piano. 28 di loro potranno ora accedere ai 318 milioni di euro assegnati per i loro progetti attivando così investimenti per circa 4,4 miliardi.

Fra i progetti "vincitori" il recupero delle aree dismesse della Bovisa a Milano, il rilancio di Pietralata a Roma, l'Auditorium di Firenze, la riqualificazione del quartiere Falchera a Torino. I primi cantieri partiranno probabilmente dalla seconda metà del 2013. Bocciati invece i progetti di città importanti come Palermo, Parma, Brescia, La Spezia, Salerno, Pescara.

***

Un altro documento interessante per l'edilizia sarà presentato ufficialmente oggi al Mipim: il report 2013 della multinazionale immobiliare Jones Lang Lasalle. Interessante in quanto mette in luce la correlazione fra il settore tecnologico e lo sviluppo territoriale. Secondo le anticipazioni del rapporto, infatti, analizzando quali siano le città in cui si sviluppa una maggiore crescita dei prezzi degli uffici, si identificano i poli tecnologici più importanti del mondo: al primo posto, ad esempio, San Francisco, una città che attrae aziende e marchi quali Twitter e DropBox. Come ha scritto Daniele Belleri su Wired (marzo 2013), «questi affitti d'oro ci parlano di un vasto e riconosciuto fenomeno economico che è comune a diverse metropoli occidentali. Ovvero la capacità del settore tecnologico di fare da traino allo sviluppo territoriale».

In Europa le città trainate dall'hi-tec sono Londra, «primo aggregatore mondiale di investimenti nel mattone – circa 30 miliardi nel 2012», Stoccolma, Lione. Meno felice la situazione di Milano, unico caso italiano presente nel report: «nonostante l'Expo 2015 si avvicini, il calo delle vendite di uffici (-4%) e spazi industriali (-9%) segnala una scarsa propensione agli investimenti, compresi quelli nei business innnovativi».

Edilizia, Industria, Federcostruzioni, Mipim