Turbina e sequestro di CO2

Accordo commerciale tra GE e Sargas per una turbina a gas destinata ad uno dei primi impianti con sistema integrato per il sequestro di anidride carbonica destinata a progetti di recupero assistito del petrolio (EOR, Enhanced Oil Recovery).

20 giu 2012

Accordo commerciale tra GE e Sargas per una turbina a gas destinata ad uno dei primi impianti con sistema integrato per il sequestro di anidride carbonica destinata a progetti di recupero assistito del petrolio (EOR, Enhanced Oil Recovery).

La centrale Sargas, oltre a implementare la turbina a gas di derivazione aeronautica LMS100 di GE, sfrutterà la tecnologia brevettata per la combustione e la cattura dell'anidride carbonica, in modo da ottenere una produzione energetica a emissioni limitate.

La tecnologia Sargas è in grado di sequestrare l'anidride carbonica (CO2) in pressione con costi d'investimento inferiori e tempi di realizzazione più rapidi poiché permette di utilizzare o modificare lievemente le attrezzature e i sottosistemi già esistenti. La centrale garantisce costi di elettricità e di CO2 catturata per tonnellata sensibilmente più bassi, consentendo al consorzio EPC (Engineering, Procurement & Construction) guidato dalla stessa Sargas di offrire volumi di CO2 economicamente competitivi su vasta scala per applicazioni EOR in tutto il mondo. La nuova configurazione della turbina LMS100 studiata per la centrale Sargas è  in grado di catturare CO2 per progetti EOR con un'elevata efficienza e un basso carico parassitico.

"Le tradizionali forniture di anidride carbonica stoccata nel sottosuolo per progetti EOR si stanno via via esaurendo - ha spiegato il CEO di Sargas, Henrik Fleischer -. Inoltre, secondo le previsioni il prezzo del petrolio è destinato a non scendere sotto gli 80 dollari per barile. E' quindi essenziale che le società petrolifere massimizzino la produzione grazie a progetti di recupero assistito di petrolio".

Energia, Tecnologie & Prodotti, GE, Sequestro CO2, Sargas