Ucif in Consiglio a casa di Imel

Continuano i consigli direttivi itineranti dell'Associazione ospiti delle imprese della finitura.


01 ott 2014

Margherita Lippa

Porte aperte agli stabilimenti di IMEL SpA. Il 10 settembre  il Consiglio Direttivo UCIF si è recato con i consiglieri e la segreteria presso la società di Codroipo, in provincia di Udine, accolto con grande disponibilità dai titolari Marco D'Angela e Carlo Salvatori.

Cornice dell'incontro è stata la maestosa Villa Manin situata a Passariano, frazione di Codroipo in provincia di Udine, uno dei monumenti artistici più significativi del Friuli Venezia Giulia e uno dei simboli più conosciuti del turismo e della cultura regionale.

IMEL è player mondiale specializzato in progettazione e realizzazione d'impianti per il trattamento e la verniciatura delle superfici. L'azienda, socia UCIF dal 1982, nel 2014 ha celebrato i 50 anni di attività con più di 1000 impianti realizzati, qualificandosi come grande protagonista per qualità, ricerca tecnologica e innovazione nei comparti automotive, macchine agricole, grandi macchine camion, industria.

L'azienda dispone di un alto livello tecnologico e svolge continua attività di ricerca: l'innovazione è elemento cardine di ciascuna commessa e un servizio post-vendita d'eccellenza viene assicurato ad ogni cliente, in tutto il mondo.

Nata come realtà specializzata nel settore degli elettrodomestici, negli anni IMEL è stata in grado di diversificare la propria offerta, indirizzandosi, ad esempio, verso l'automotive.

Un'azienda in salute (come gruppo conta su una sessantina di collaboratori e su un fatturato superiore ai 15 milioni di euro), anche per merito della lungimiranza dei suoi dirigenti, che già negli anni '70 hanno compreso come l'export fosse la strada migliore da intraprendere.
 
Il Consiglio Direttivo UCIF, con la presenza dei titolari D'Angela e Salvadori, si è concentrato sul principale appuntamento associativo del 2014, ovvero il convegno dedicato al comparto dell'automotive, a cui parteciperanno Roberto Vavassori, Presidente di ANFIA e Responsabile Relazioni Esterne di Brembo; Giampiero Mastinu,Segretario Generale Cluster Lombardo della Mobilità e Nevio Di Giusto, Amministratore Delegato Centro Ricerche Fiat. In occasione del convegno sarà presentata anche la nuova brochure UCIF, che conterrà informazioni dettagliate sulle aziende associate, in quattro lingue diverse: sarà il primo strumento di comunicazione in quarant'anni di storia di UCIF che permetterà la promozione del settore a livello internazionale.

IMEL è attiva con i propri impianti in più di 30 Paesi, dall'Algeria al Venezuela, e nell'ultimo decennio si è affermata maggiormente nei Paesi dell'ex URSS. È storicamente presente in Africa, nei paesi del Magreb, nella fascia del Medio Oriente e in Turchia. Nel 2012 ha fondato IMEL Boya Tesisleri, proprio in Turchia. Da poco sono entrate a far parte del "gruppo" anche la Avin di Valvasone e la Varnishtech di Galliate, società entrambe compartecipate. L'obiettivo primario dell'espansione internazionale di IMEL è quello di presidiare i Paesi che ospitano i siti produttivi dei suoi principali clienti, allo scopo di aumentare rapidità ed efficienza delle forniture dei suoi prodotti.
 

Industria varia, Industria, UCIF, imel