Una 'rete' per le macchine utensili

La "Piattaforma Sviluppo Competitività-Rete d'Imprese", primo contratto di rete stipulato da tre imprese costruttrici di macchine utensili, robot e automazione, ha ottenuto l'asseverazione dell'Agenzia delle Entrate.

17 ott 2011

La "Piattaforma Sviluppo Competitività-Rete d'Imprese", primo contratto di rete stipulato da tre imprese costruttrici di macchine utensili, robot e automazione, ha ottenuto l'asseverazione dell'Agenzia delle Entrate.

A costituire la nuova rete d'imprese, affiancate da Ucimu - Sistemi per produrre, sono le aziende Giuseppe Giana (Magnago MI), Lazzati (Rescaldina MI) e Rosa Ermando (Rescaldina MI), che possono così fruire dell'agevolazione fiscale del 75,3733% dell'importo totale richiesto, secondo quanto disposto dal provvedimento del 13 giugno 2011 (art 42 D.L. 31 maggio 2010, n. 78).

Il contratto di rete tra le tre aziende è pensato principalmente per ottimizzare lo svolgimento dell'attività di acquisto di materie prime, materiali e componentistica utili alla produzione di macchine utensili.

"Costi elevati, limitata disponibilità dell'offerta, tempi lunghi di attesa delle forniture, rendono l'attività di approvvigionamento estremamente complessa e dispendiosa per le imprese costruttrici di macchine utensili, per lo più PMI - spiega Ucimu -.  In questo senso, la creazione di una rete permette alle componenti della stessa di ovviare al problema legato alla dimensione ridotta delle strutture, portando numerosi vantaggi, a partire dalla crescita del potere di acquisto presso i fornitori".

Industria varia, Industria