Le sfide economiche dopo il coronavirus

La diffusione in tutto il mondo del nuovo coronavirus ha causato una emergenza sanitaria e una crisi economica che non ha precedenti nella storia moderna.

di Marco Fortis

10 set 2020

In molti paesi per contenere la pandemia è stato necessario limitare le libertà personali di movimento e di interazione sociale, sospendere la didattica in presenza nelle scuole e nelle università, chiudere temporaneamente molte attività produttive.

Spesso il lockdown si è svolto in periodi differenti da paese a paese, con forti diseguaglianze economiche e notevoli problemi alle aziende nel reperimento dei prodotti e forniture.

Le ripercussioni sulla crescita globale sono severe: durante la Fase 1  quasi 500 mila imprese hanno sospeso l'attività

Oltre alla sostenibilità dei conti pubblici un rischio nel medio periodo sarà legato alle iniezioni di liquidità e i risvolti sull'accesso al credito in un contesto dominato da una fase di forte debolezza dell'economia reale

Le misure di politica economica che sono state messe in atto hanno certamente “tamponato” momentaneamente la gravità della situazione, soprattutto con riferimento al sostegno ai redditi

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO