Marco Taisch ha immaginato il futuro delle fabbriche post Covid, con controlli da remoto e creatività.

Abbiamo proposto a Marco Taisch di inventare un nuovo futuro all'interno delle fabbriche. Dopo l'esperienza del Covid - spiega il professore - il controllo remoto diventerà una realtà sempre più quotidiana. Nella sua utopia, la pianificazione della produzione viene affidata a ingegneri specializzati capaci di gestire in modo efficiente le operazioni per svariate Pmi alla volta. Mentre le competenze, quelle vere, rimarranno in fabbrica, dove la progettazione dei prodotti e delle tecnologie manifatturiere ha bisogno della massima attenzione e creatività. 

di Marco Taisch, Politecnico di Milano

07 set 2020

L'intervento di Marco Taisch è pubblicato sulla rivista L'Industria Meccanica n. 724

Immagino aziende simili alla sala contrattazioni della Borsa, dove però ingegneri altamente specializzati leggeranno su decine di schermi, al posto di fluttuazioni finanziarie, i grafici di controllo di macchine e impianti. Saprebbero gestire da remoto la pianificazione della produzione di più imprese alla volta

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO